Donna Moderna
FocusJunior.it > Scienza > Un ciondolo di conchiglie

Un ciondolo di conchiglie

Stampa
Un ciondolo di conchiglie

A chi non è mai capitato di raccogliere sulla spiaggia conchiglie, gusci di ricci e qualche altro oggetto curioso, portato dalle onde? Invece di dimenticarli in fondo a un cassetto, ecco un modo divertente e creativo per usarli!

Costruisci un ciondolo decorativo che può rendere più allegra la porta d’ingresso della tua casa o della tua stanza ; puoi metterlo anche in giardino. Legni, conghiglie, scheletri di riccio... ogni cosa è buona per essere appesa e se le alterni la tua composizione sarà ancora più bella!  Segui l'esempio  qui sotto oppure inventa la forma che preferisci: l a lunghezza dei fili pendenti decidila tu in base al materiale che hai raccolto. Scatena la fantasia!


 


Cosa ti serve e come costruirlo


Ecco il nostro esempio di ciondolo marino e il materiale occorrente.
- tutto quello che trovi sulla spiaggia o sul fondo del mare : legnetti, conchiglie (quelle con il buco),  galleggianti, chele di granchio, palline di alghe, scheletri di ricci... 
- due rami levigati dal mare lunghi al massimo 25 cm
- spago grosso
- una forbice
- un succhiello
Per realizzarlo  segui le spiegazioni della fotogallery .


 


 





 


Con le conchiglie puoi fare anche dei ciondoli da portare al collo

Più semplice da realizzare è la collana col ciondolo , che può essere fatta con le conchiglie bucate appese a un cordino (vedi nella foto sopra come legarne una) oppure può risultare più complessa, usando rametti e più tipi di conchiglie e puoi farla seguendo le istruzioni del ciondolo da appendere , ma in scala ridotta. 


 


Buona raccolta e buon lavoro!


(laboratorio a cura di Giovanna Buraggi, foto di Dino Vittimberga)