Donna Moderna
FocusJunior.it > Scienza > Spazio > Universo > Chi ha inventato il telescopio?

Chi ha inventato il telescopio?

Stampa

Il telescopio è lo strumento indispensabile per guardare le stelle e i pianeti. Ma chi ha inventato questo oggetto in grado di... avvicinarci al cielo?

Il telescopio è uno strumento che raccoglie la luce da un oggetto lontano, la mette a fuoco in un punto detto "fuoco" e ne riproduce l'immagine ingrandita.

 

Il processo che ha portato alla sua creazione è stato molto lungo e complesso ed è durato secoli. Il primo passo si deve alle ricerche di Ruggero Bacone (1214 - 1292) il frate francescano che studiò le proprietà delle lenti, arrivando fino a scoprire i principi alla base della rifrazione dell'immagine.

 

Tuttavia è grazie a Hans Lippershey (1570 - 1619) che, attorno al 1608, questi studi vennero applicati sul piano astronomico. Ma è solo grazie alle intuizioni dell'immenso Galileo Galilei che, l'anno successivo, lo strumento venne perfezionato.

Con il miglioramento, negli anni, della tecnologia ottica, lo strumento migliorò: le prime lenti soffrivano di difetti così gravi e la qualità era talmente mediocre che, spesso, l'immagine non era neppure messa a fuoco.

 

I successivi perfezionamenti del telescopio coinvolsero Hevelius, Huygens, James Gregory e addirittura Isaac Newton, nel 1668.

 

Il celebre modello di telescopio chiamato Cassegrain (o a riflettore) arrivò soltanto qualche anno dopo. Sfrutta uno specchio parabolico ed è usato ancora oggi.

La prima produzione e vendita di telescopi pronti da usare si deve a John Dollon, che li mise sul mercato nel 1758.