A Ginevra è stata scoperta Xi, la particella che tiene unita la materia

 Stampa
ginevra_centro_visitatori_cern_01
wikimedia

Una nuova particella elementare si affaccia nell'arena della fisica si chiama Xi e l'hanno scoperta nei laboratori del Cern di Ginevra. Dopo anni di studio e di teorie, Xi si è finalmente svelata e aiuterà gli scienziati a capire una delle 4 forze fondamentali della natura, la forza nucleare forte.  

A Ginevra, in Svizzera, nelle profondità della montagna c'è una macchina complicatissima chiamata Lhc, abbreviazione di Large hadron collider, la macchina che, nel 2012, ha permesso di scoprire il fantomatico bosone di Higgs. È una macchina capace di accelerare le particelle elementari e farle scontrare tra loro, per consentire agli scienziati di dimostrare le teorie della fisica.

large-hadron-collider-modellino-museo-microcosm-cern_01
Un modello del Large Hadron Collider, l'acceleratore di particelle del Cern di Ginevra, che ha permesso di dimostrare l'esistenza della particella Xi. -modellino-Museo-Microcosm-Cern_01 | wikimedia

Questa macchina ha permesso al capo del team di ricerca, il fisico italiano Giovanni Passaleva di dimostrare l'esistenza della particella Xi che, finora, esisteva solo in teoria.

Una "colla" subatomica?

Spiegare questa particella è un'operazione molto complicata, dal momento che si devono tirare in ballo elementi come protoni, quark pesanti e antiquark, neutroni ed elettroni. Oltre, naturalmente, agli atomi della materia: tutte cose che sono influenzate dalla forza nucleare forte, che agisce sulle particelle più piccole dell'atomo e, in sostanza, tiene insieme la materia!
La scoperta di Xi quindi aiuterà gli scienziati a comprendere i meccanismi che formano tutto ciò che ci circonda.

 

 

Una cosa molto curiosa è che la particella Xi non esiste in Natura: si crea solo in particolari condizioni e per un tempo brevissimo, dell'ordine di un millesimo di miliardesimo di secondo. E per esempio con gli esperimenti degli scienziati oppure quando i raggi cosmici colpiscono l'atmosfera terrestre a tutta velocità

ginevra_centro_visitatori_cern_02
Il centro visitatori del Cern di Ginevra | wikimedia

La dimostrazione dell'esistenza della particella Xi permetterà, agli scienziati, di capire meglio le forze della natura che rendono possibile l'Universo così come lo conosciamo, con le reazioni che avvengono all'interno del nucleo dell'atomo e che si manifestano, a noi esseri umani, con fenomeni come per esempio la forza elettromagnetica e la forza gravitazionale. Di quest'ultima, in particolare, sappiamo che è quella che ci tiene ancorati alla Terra, ma ancora non sappiamo precisamente in che modo funzioni a livello atomico.

 

Fonte Ansa

06 Luglio 2017
Non ci sono ancora commenti!
Per poter aggiungere un commento fai login oppure registrati!