Donna Moderna
FocusJunior.it > Scienza > Spazio > Stelle > Una giovane stella sta divorando due pianeti!

Una giovane stella sta divorando due pianeti!

Stampa
Una giovane stella sta divorando due pianeti!
NASA/CXC/M.Weiss; X-ray spectrum: NASA/CXC/MIT/H.M.Günther

Nei pressi della costellazione del Toro c'è una giovane stella che da oltre un secolo incuriosisce gli scienziati per i suoi periodi di luminosità intermittente. Ora il mistero potrebbe essere risolto: le oscillazioni sono causate dal fatto che l'astro...Si sta mangiando due pianeti!

A 450 anni luce da noi c'è una stella che sta divorando i pianeti che gli orbitano intorno!

Si chiama RW Aur A e fin dal 1937 ha incuriosito la comunità scientifica per le strane oscillazioni di luminosità che in periodi non prevedibili ne rendevano difficoltosa l'osservazione.

Ora però, più di 100 anni dopo, questo mistero potrebbe essere stato svelato grazie al lavoro del Chandra X-ray Observatory della NASA e dei team di ricerca dell'Istituto KavliI(Astrofisica) e del MIT (Massachusetts Institute of Technology).

La scoperta della stella mangia-pianeti!

Secondo i dati raccolti e pubblicati sull'Astronomical Journal infatti, le misteriose oscillazioni sarebbero la diretta conseguenza di una gigantesca nube di detriti che periodicamente avvolge parte della stella oscurandone la luminosità.

Illustrazione completa della stella RW Aur avvolta dalla nube di detriti
Credits: NASA/CXC/M.Weiss; X-ray spectrum: NASA/CXC/MIT/H.M.Günther

Per gli scienziati tale situazione è stata causata dalla collisione tra i due pianeti in via di formazione che, trovatosi nell'orbita della stella, hanno finito per impattare e diventare una colossale nuvola di gas e detriti che lentamente sta per finire dentro le "fauci" incandescenti di RW Aur A.

L'impatto avrebbe anche causato un'emissione anomala di ferro che poi è stata la traccia scovata dalla lettura a raggi X di Chandra per innescare la scoperta.

«Le simulazioni al computer avevano previsto tempo fa uno scenario simile, ma prima d'ora non avevamo mai osservato direttamente niente del genere prima d'ora - spiega Hans Moritz Günther, coordinatore della ricerca - Se la nostra interpretazione è corretta, potrebbe essere la prima volta che osserviamo una giovane stella divorare uno o più dei suoi pianeti».