Donna Moderna
FocusJunior.it > Scienza > Spazio > Stelle > Scopri l’inquinamento luminoso della tua città contando le stelle

Scopri l’inquinamento luminoso della tua città contando le stelle

Stampa

Lo sapevi che nei luoghi meno inquinati e lontani dallo smog e dalle luci artificiali ci sono più stelle?  Ovvio: c'è meno luce artificiale che copre quella lontana delle stelle e, l'aria più tersa e pulita, lascia arrivare anche la luce delle stelle più fioche!  Così, per avere un'idea di quanto sia inquinata la tua città (dallo smog o dalle luci inutili), basta chiederlo alle stelle! No, non stiamo parlando di un  oroscopo dell'inquinamento  ma di contare quante stelle si vedono per capire il livello dell'inquinamento luminoso: ci hai mai pensato?  È un vero inquinamento anche questo, oltre che un inutile spreco di energia!  

Come fare?

P er capire il livello dell'inquinamento luminoso b asta costruire un conta stelle ed effettuare delle spedizioni stellari per contarle! In queste serate estive è anche più divertente! Vediamo come fare.
Ok, forse la parte dei calcoli non è semplicissima, leggetela con attenzione!

 

Costruisci un conta stelle

Costruire il conta stelle è facilissimo. Ti basta prendere il cilindro di cartone che si trova all'interno della carta da cucina. Prendi nota delle dimensioni . Quello ideale è di 25-35 cm di lunghezza e 4-6 cm di diametro. Se vuoi un conta stelle personalizzato ti basta prendere del cartoncino, arrotolarlo e incollare le due estremità. Ricordati di lasciare due buchi per la visione: avrai creato un piccolo cannocchiale fai da te.

 

Misura l'inquinamento luminoso

Per misurare l'inquinamento luminoso della zona in cui ti trovi ti servono il tuo conta stelle appena fatto, una penna e una tabella per il conteggio. Per procedere devi:  
scegliere un punto d'osservazione
scrivere sulla tabella ora, data, luogo d'osservazione
segnare la distanza da te della più vicina fonte luminosa artificiale (lampioni, insegne...). Anche in modo approssimativo
segnare le condizioni del tempo (coperto/nuvoloso/sereno)
Fatto ciò potrai iniziare a osservare e a contare!
Scegli una porzione di cielo, guarda le stelle attraverso il tuo strumento e contale
Scrivi il risultato sul blocco e scegli un'altra parte di cielo
Ripeti l'operazione 10 volte, guardando verso 10 punti diversi di cielo e cambiando l'inclinazione (ossia alzando in modo diverso il tuo contastelle) Poi torni a casa e, se è tardi, vai a dormire. La mattina seguente puoi rielaborare i dati: 

somma il numero totale di stelle viste
trova la media delle stelle viste durante la serata (in pratica dividi il totale delle stelle x 10, ossia per il numero di osservazioni che hai fatto).  Questo metodo non ti fornisce il numero esatto delle stelle visibili ma una stima , proprio come avviene quando si fanno i sondaggi. Potresti aver, infatti, visto 2 stelle in un punto e 100 in un altro. Ecco perché devi trovare la media.

 

Rielabora il tutto

A questo punto devi  rielaborare i dati e  aggiungere un fattore di correzione  che dipende dalle dimensioni del tuo conta stelle.  Vediamo insieme come si calcola.
moltiplica per 2 il diametro al quadrato (in cm) del tuo conta stelle. 
Cioè fai [2 x (diametro in cm x diametro in cm)]
dividi il  numero ottenuto  per il quadrato del raggio del tuo cilindro conta stelle. 
Cioè fai [numero ottenuto / (raggio x raggio)]
A questo punto leggendo i dati potrai  misurare il livello di inquinamento luminoso  di un luogo! In pratica,  minore è il numero ottenuto, maggiore è l'inquinamento luminoso di quel luogo.
Quando riapriranno le scuole  puoi proporre quest'attività alla tua insegnante e organizzare dei gruppi di studio in classe!  E buona stellata...

 

ULTIME NEWS