Donna Moderna
FocusJunior.it > Scienza > Spazio > Pianeti > InSight ci fa ascoltare il suono del vento di Marte!

InSight ci fa ascoltare il suono del vento di Marte!

Stampa
InSight ci fa ascoltare il suono del vento di Marte!
Shutterstock

Il lander approdato sul Pianeta Rosso due settimane fa sta già inviando i primi dati: tra questi anche il fruscìo provocato dalle vibrazioni del vento marziano

Dopo le prime immagini, da Marte ora giungono anche i primi suoni.

E che suoni!

Il lander InSight - sbarcato sul Pianeta Rosso lo scorso 26 novembre - ha infatti registrato per la prima volta il suono del vento marziano, che lo scorso 1 dicembre spirava a 16-25 km/h. Un risultato eccezionale che funge da "antipasto" per tutte le scoperte che gli scienziati ricaveranno dalle sofisticate strumentazioni installate sul robottino.

Un successo "tecnologico"

A rendere possibile la registrazione di quello che per l'orecchio umano era fruscìo quasi impercettibile sono stati il sismometro e il sensore di pressione di InSight, capaci captare le pur deboli vibrazioni provocate dal vento.

Uno dei pannelli solari di InSight
Uno dei pannelli solari di InSight
Credits: NASA/JPL-Caltech

«Il lander di Insight si comporta come un grande orecchio - ha spiegato Tom Pike, membro del team scientifico della missione e sensor designer all'Imperial College di Londra - I panelli solari rispondono alle variazioni di pressione del vento. È come se Insight drizzasse le orecchie e ascoltasse il vento. Quando abbiamo visto la direzione delle vibrazioni del lander che arrivavano dai pannelli solari, corrispondevano alla direzione attesa del vento nel sito di atterraggio».

D'altronde Insight è stato inviato su Marte proprio per misurare il movimento del pianeta - anche se il focus principale sarà su ciò che accade nel sottosuolo - e "regali" inaspettati come questo potrebbero ripetersi ancora.

La Nasa condivide il dono

Per farci ascoltare il vento marziano, il Jet Propulsion Laboratory della Nasa ha pubblicato un video su YouTube dove oltre alla registrazione originale è stata aggiunta anche una parte modificate dove il volume del suono viene alzato per permetterci di udire meglio il fruscìo dell'aria marziana.