Donna Moderna
FocusJunior.it > Scienza > Spazio > Pianeti > Il telescopio Hubble ha scoperto Wasp-12b, il pianeta più scuro che c’è!

Il telescopio Hubble ha scoperto Wasp-12b, il pianeta più scuro che c’è!

Stampa

L'ultima scoperta di Hubble, il telescopio spaziale, è un pianeta nero ma così nero che, quasi, non riflette per niente la luce che lo colpisce. Si chiama Wasp-12b ed è piuttosto lontanuccio da noi, circa 1.400 anni luce. Leggi la storia di questo stranissimo pianeta!

Il telescopio spaziale Hubble continua a fare scoperte fantastiche. L'ultima, in ordine di tempo, riguarda Wasp-12b, un pianeta grande due volte il nostro gigante (Giove) e che si trova nella costellazione dell'Auriga, in un sistema a circa 1.400 anni luce da noi. Orbita attorno a una stella simile al Sole che si chiama Wasp-12a.



 



La singolarità di questo pianeta non è la distanza dalla Terra quanto piuttosto il fatto che è nero, ma così nero che, quasi, non riflette per nulla la luce che lo colpisce. Questa sua caratteristica dipende dal fatto che è caldissimo: il lato esposto al sole del sistema stellare in cui orbita Wasp-12b arriva a ben 2.600 °C (gradi centigradi)! Per questa ragione la sua superficie, dicono gli scienziati, è più nera dell'asfalto bollente appena steso sulla strada.





La capacità di riflessione della luce di Wasp-12b è stata misurata da un team di scienziati coordinato dalla University of Exeter (Gran Bretagna) e dalla McGill University (Canada) durante un'eclissi del pianeta dietro la sua stella, utilizzando i dati di Hubble elaborati dalla Nasa e dall'Esa, l'agenzia spaziale europea.



 



Questo studio ha permesso di fare nuove ipotesi sull'atmosfera del pianeta che, probabilmente, è avvolto da un bozzolo di elio e idrogeno. E l'altissima temperatura che lo caratterizza impedisce la formazione di nubi, tra le prime responsabili della riflessione della luce.



 



Oltre all'incapacità di riflettere la luce e alla pazzesca temperatura, Wasp-12b (che per gli scienziati è quasi come una piccola stella) ha un'altra grande diversità rispetto alla Terra: il suo anno dura poco più di un giorno terrestre. Vuol dire, cioè, che ci mette poco più di 1 giorno a compiere un intero giro (orbita) attorno al suo sole, Wasp-12a, anziché i 365 giorni che ci mette il nostro pianeta.



Fonte Ansa