Donna Moderna
FocusJunior.it > Scienza > Spazio > Il futuro del turismo italiano… è nello spazio!

Il futuro del turismo italiano… è nello spazio!

Stampa

L'accordo tra il colosso statunitense Virgin e l'azienda di ingegneristica Altec farà in modo che entro il 2020 il Bel Paese potrà far decollare navette turistiche per incredibili voli appena fuori dall'atmosfera terrestre!

Nel futuro non sarà il Bel Paese da visitare solo per l'incommensurabile patrimonio artistico o per le bellezze naturali, ma entro il 2020 diverrà meta ambita anche per i viaggi tra le stelle!

È stato infatti siglato un accordo tra l'azienda di ingegneristica aerospaziale di Torino Altec e la multinazionale Virgin i cui termini prevedono la costruzione entro tre anni di uno spazioporto dal quale potrà decollare una navetta con a bordo sei turisti e due membri dell'equipaggio.

L'azienda statunitense presieduta dal ricco e potente Richard Branson crede molto al progetto del turismo spaziale e sono già iniziati i "casting" per trovare una struttura adatta allo scopo. Non servirà chissà quale struttura futuristica, ma basteranno una pista dalla giusta lunghezza e impianti capaci di gestire l'intero apparato tecnologico richiesto.

Già visionate le aree intorno a Cagliari e Taranto, che per ora sembrano le favorite nella "corsa" alla stazione spaziale.

Il magnate Richard Brenson di fronte al prototipo di SpaceShipTwo | Reuters
Turisti spaziali, prezzi stellari!

Se davvero le cose andranno come previsto, tra pochi anni i primi turisti spaziali potranno imbarcarsi al "modico" prezzo di circa 250.000 euro a persona.

A partire saranno due navi, la White Knight, l'aereo-madre, e la SpaceShipTwo, agganciata alla nave principale.

La SpaceShipTwo si sgancerà dal velivolo più grande una volta oltrepassata la soglia dell'atmosfera terrestre e inizierà quindi la sua lenta discesa consentendo ai passeggeri di godersi la vista mozzafiato.

ULTIME NEWS