Donna Moderna
FocusJunior.it > Scienza > Spazio > I Golden Record inviati nello spazio potrebbero essere male interpretati dagli alieni!

I Golden Record inviati nello spazio potrebbero essere male interpretati dagli alieni!

Stampa
I Golden Record inviati nello spazio potrebbero essere male interpretati dagli alieni!
Ipa-agency

I Golden record, i dischi d'oro lanciati nello spazio anni fa dalla Nasa per raccontare agli alieni la nostra civiltà, potrebbero essere equivocati da forme di vita completamente diverse da noi e scambiati addirittura per messaggi aggressivi!

Nel 1977 la Nasa lanciò due sonde Voyager con a bordo i famosi Golden Record, speciali dischi d'oro contenenti immagini, suoni naturali e brani musicali che, se intercettatati da forme di vita aliena, avrebbero ben descritto agli ascoltatori alieni la civiltà umana e le caratteristiche del nostro pianeta.

Ma fu una mossa astuta?

Secondo un recente studio... non molto!

Le ricercatrici Rebecca Orchard e Sheri Wells-Jensen della Bowling Green State University (in Ohio) sono infatti intervenute nel corso del meeting annuale della National Space Society per esprimere tutti i loro dubbi riguardo l'efficacia di simili messaggi lanciati nella profondità del cosmo.

Se i dischi d'oro venissero trovati da creature con caratteristiche totalmente sensoriali diverse dalle nostre, hanno spiegato le due scienziate, sarebbe molto probabile un'errata interpretazione del contenuto del messaggio.

I dischi d'oro spediti nelle sonde Voyager
Credits: Ipa-agency

Per una razza abituata a certe frequenze sonore, ad esempio, perfino il cordiale saluto registrato all'interno dei dischi potrebbe sembrare un approccio aggressivo e minaccioso. Per non parlare poi del fatto che i Golden Record recano da un lato le immagini, e dall'altro i suoni: un alieno poco avvezzo al concetto di "lato A/lato B" potrebbe collegare i due lati e pensare che a noi umani piacciano «i narcisi che fanno il rumore di una motosega»!

Gli alieni dunque non solo potrebbero farsi un'idea del tutto sbagliata dell'umanità ma potrebbero addirittura immaginarci come delle creature malvagie e armate di cattive intenzioni.

"Che strani bruti questi umani!"

FONTE: The Guardian