Donna Moderna
FocusJunior.it > Scienza > Spazio > Che cos’è un rover?

Che cos’è un rover?

Stampa
Che cos’è un rover?
Shutterstock

Perseverance è arrivato su Marte e ha già mandato le prime immagini del pianeta. Ma cos'è esattamente un rover?

  • Cos'è un rover?
  • Nome e invenzione
  • I rover lunar
  • I rover moderni

COS'È UN ROVER?

Dopo il successo dell'atterraggio del 18 febbraio 2021, Perseverance è solo l'ultimo di una serie di rover che nel corso dei decenni hanno servito la causa scientifica nell'esplorazione dello spazio e dei suoi segreti. Ma che cos'è esattamente un rover? Perché è così utile in questo tipo di missioni?

NOME E INVENZIONE

Il nome proviene dal verbo inglese to rove - "vagare" - e infatti questo sofisticato strumento viene utilizzato per la prima volta negli anni '70 come mezzo di trasporto per spostarsi sulla superficie lunare.

Sia durante la conquista della Luna del 1969 (missione Apollo 11), sia nel corso delle missioni successivi, infatti, gli astronauti che raggiungevano il suolo del nostro satellite potevano limitarsi solo a qualche passo (o saltello) nei dintorni del modulo lunare, senza poter esplorare la sterminata landa desertica che si stagliava davanti ai loro occhi.

Per questo dal 1971, con la missione Apollo 15, gli ingegneri della Nasa dotarono gli astronauti di un mezzo a quattro ruote per spostarsi più agevolmente una volta giunti a destinazione: il rover lunare, appunto.

IL ROVER LUNARE

Tale veicolo era una meraviglia tecnologica per l'epoca e anticipava di parecchi anni alcune innovazioni che oggi fanno parte della nostra modernità.

Innanzitutto, visto che il mezzo avrebbe dovuto spostarsi in un'ambiente privo di aria (dove dunque la benzina non avrebbe potuto bruciare per dare energia), i quattro motori - uno per ruota - erano elettrici. Il volante poi era una specie di cloche, simile a quella degli aerei, e anche gli pneumatici erano stati costruiti appositamente per le particolari condizioni ambientali. Infine il rover era dotato anche di un sistema di navigazione avanzatissimo (per l'epoca) che avrebbe impedito all'equipaggio di perdersi.

I ROVER MODERNI

Abbandonata la luna (anche se probabilmente nei prossimi anni ci torneremo), il rover divenne il principale "agente" delle operazioni di studio di Marte. Infatti, non potendo (per ora) inviare astronauti sul pianeta rosso, le agenzie spaziali hanno lavorato assiduamente per trasformare quello che era un mezzo di trasporto in robottini "tuttofare" in grado di spostarsi, prelevare campioni e inviare dati (immagini, analisi ecc...) senza bisogno di un pilota... In presenza.

Il primo ad entrare in azione fu Sojourner che, benché fosse molto basic, nel 1997 raggiunse la superficie del pianeta rosso e con quasi tre mesi d'attività fu un ottimo test per i successivi - e ben più attrezzati - rover marziani: i due "gemelli" Spirit e Opportunity (2004) Curiosity (2011) e, infine, Perseverance, lanciato nel luglio 2020 e atterrato nel febbraio 2021.

Tali rover sono diventati via via sempre più sofisticati (Perseverance è praticamente un laboratorio ambulante alimentato da pannelli solari e dotato di strumentazioni avanzatissime e telecamere di ultimissima generazione) e rappresentano lo strumento chiave per la scoperta della vita su Marte.

GUARDA GLI HIGHLIGHTS DELL'ARRIVO DI PERSEVERENACE SU MARTE

Credist: NASA Jet Propulsion Laboratory