Donna Moderna
FocusJunior.it > Scienza > Perché l’acqua in montagna bolle più velocemente?

Perché l’acqua in montagna bolle più velocemente?

Stampa
Perché l’acqua in montagna bolle più velocemente?
Shutterstock

Sull'Everest l'acqua per la pasta inizia a bollire prima che nella nostra cucina. Lo sapevi? Ora, scopriamo insieme il perché e conosciamo il signor Celsius!

Avete mai provato a bollire l'acqua in una casa in montagna?  Usando la stessa quantità d'acqua, la stessa pentola e la stessa potenza della fiamma, se provate a cronometrare il tempo dal momento di accessione della pentola a quello di ebollizione noterete l'acqua in montagna bolle più velocemente rispetto alla pianura.

Come mai?
No, non siamo in un'altra dimensione  o in un luogo con un'altra concezione del tempo. Semplicemente, come al solito, la spiegazione la troviamo nella scienza.  La scienza ci dice che più si è vicini al livello del mare e più la pressione dell'atmosfera è elevata.  In montagna, invece, più si sale di quota, minore è la pressione atmosferica.

La scienza ci dice anche che  un liquido va in ebollizione quando la sua pressione interna diventa uguale a quella dell'atmosfera.

COSA BOLLE IN PENTOLA?

In pratica  quando mettiamo l'acqua in una pentola  per preparare, per esempio, la pasta, e accendiamo il fuoco, la temperatura e la pressione dell'acqua aumentano. Ora,  se ci troviamo  a livello del mare, per bollire l'acqua dovrà arrivare  alla temperatura di 100 °C  (ossia  gradi Celsius). 100 è il valore che  l'astronomo svedese Anders Celsius ha proposto nel 1742 per  indicare il punto di ebollizione dell'acqua al livello del mare.

In montagna, invece, poniamo di essere a 3000 metri d'altezza, la pressione atmosferica è minore che a livello del mare.  Perciò la pressione interna dell'acqua (che non cambia tra mare e montagna) diventerà uguale a quella atmosferica in meno tempo. Perciò, l'acqua comincerà a bollire alla temperatura di circa  70°C  anziché ai 100 °C che servono sul mare. Dunque bollirà in meno tempo, perché  portare la temperatura fino a 70 °C anziché fino a 100 °C, a parità di energia fornita e di acqua da riscaldare, richiederà meno tempo.  

Pertanto, se siamo sull'Everest e ci viene voglia di una pastasciutta, magari sarà complicato reperire il necessario, ma almeno il tempo di preparazione sarà ridotto!

 

L'acqua in montagna bolle più in fretta. Ma in acqua i corpi sono più leggeri grazie al principio di Archimede

Scopri perché!