Donna Moderna
FocusJunior.it > Scienza > Natura > Illusioni ottiche > Festa della donna | Perché l’8 marzo si regalano le mimose?

Festa della donna | Perché l’8 marzo si regalano le mimose?

Stampa
Festa della donna | Perché l’8 marzo si regalano le mimose?

L'8 marzo è la festa della donna. Sapete perché le mimose sono il fiore simbolo? Scopriamolo insieme!

Sta per arrivare l'8 marzo, giorno della  Festa della Donna. Ma vi siete mai chiesti  perché si regalano le mimose  e non un altro fiore?



 



Dal 1977 la Festa della Donna è un evento internazionale.



In tutto il mondo, infatti, vengono fatte manifestazioni e festeggiamenti per ricordare le lotte sociali e politiche che le donne hanno affrontato per ottenere diritti che, per l'uomo, sono normali da sempre.  Tuttavia il fiore di mimosa è un'usanza tutta italiana.



Come mai?


Per scoprirlo  dobbiamo tornare indietro di quasi 70 anni  e arrivare al 1946, quando due donne iscritte all'Udi (Unione donne italiane),  Rita Montagnana  (moglie di Palmiro Togliatti, uomo politico italiano) e  Teresa Mattei , proposero di adottare questo fiore come simbolo della Festa della Donna.



 



La decisione fu messa ai voti e le donne dell'Udi votarono all'unanimità per questo fiore. Bello e insolito, la mimosa è l'unico fiore che fiorisce a marzo ed è economico, quindi può essere regalato da tutti (anche se, veramente, il giorno della Festa della Donna i prezzi dei mazzolini di mimose aumentano tantissimo!).





Quali erano gli altri fiori in gara? Anemoni e garofani, arrivati rispettivamente al secondo e al terzo posto. La mimosa ha vinto anche per le sue caratteristiche: è un fiore che riesce a crescere , nonostante la sua fragilità apparente, anche su terreni difficili . Perfetto per rappresentare la figura della donna!



L'unico svantaggio?


Le mimose recise durano pochissimo ma con la giusta cura (due gocce di limone in acqua limpida e tanta luce) possono durare più a lungo.