Donna Moderna
FocusJunior.it > Scienza > Natura > Corpo umano > Perché i lottatori di Sumo sono grassi?

Perché i lottatori di Sumo sono grassi?

Stampa
Perché i lottatori di Sumo sono grassi?
Corbis

Come mai i lottatori di sumo, così forti e muscolosi, sono anche tanto grassi? È tutta una questione di baricentro basso.

Il sumo è lo sport nazionale giapponese in cui due sfidanti lottano tra loro con lo scopo di atterrarsi a vicenda.

Il motivo per cui i sumotori (i lottatori di sumo) sono così grassi e si affrontano abbassati, con le gambe piegate e aperte, è una questione di centro di gravità.

Fai una prova: in piedi e con le gambe unite, fatti dare una spinta da un tuo amico; poi accovacciati a gambe divaricate e fatti spintonare nuovamente nello stesso modo. Vedrai che differenza! La posizione abbassata e l'ampia pancia fanno scendere il baricentro del lottatore, cosa che ne aumenta la stabilità, un fattore determinante in uno sport nel quale viene sconfitto proprio chi perde l'equilibrio e cade.

A LOTTARE SI INZIA DA RAGAZZI

A praticare il sumo si comincia da giovanissimi. I novellini partono da un peso di  90 kg, ma per fare carriera bisogna aumentarlo: un sumotori della categoria più alta può arrivare a pesare oltre 150 kg.

Il peso complessivo non è determinato solo dal grasso. Lo strato superficiale del loro corpo è in effetti costituito da adipe, che serve ad ammortizzare gli urti e le cadute durante il combattimento. Ma, sotto questi tessuti morbidi, ci sono muscoli duri come la roccia. Basti pensare che in un individuo normale, in buono stato di allenamento, la percentuale di grasso è del 12/16%, in un sumotori è di appena l'11%: tutto il resto sono muscoli!

VITA DA SUMOTORI

A causa delle loro misure, i lottatori di sumo hanno bisogno di  indumenti di taglia enorme, si spostano in furgoni spaziosi, mangiano da grandi tazze e ciotole e fanno uso di sedili del WC fatti apposta per loro che misurano 58 x 50cm, cioè almeno 15 cm più ampi dei nostri.

Una curiosità? Durante un incontro di sumo, i tifosi sperano che il loro campione non perda il perizoma, cosa che ne causerebbe la sconfitta automatica.

(foto Corbis)

 

Chris standing up holding his daughter Elva