Donna Moderna
FocusJunior.it > Scienza > Natura > Corpo umano > Qual è lo stile di nuoto più lento?

Qual è lo stile di nuoto più lento?

Stampa
Qual è lo stile di nuoto più lento?
Pixabay

Stile libero, a rana, dorso e delfino: sono i quattro stili classici del nuoto moderno. Ma qual è il più veloce? E il più lento? Te lo dice Focus Junior!

Estate, tempo di vacanze e di sole, di spiaggia e di nuotate. Ok, di nuotate: ti sei mai chiesto qual è lo stile di nuoto più lento? Molti di voi, probabilmente, sapranno qual è il più veloce, ossia lo stile ibero. Ma il più lento? Te lo dice Focus Junior!

Tra gli stili del nuoto agonistico la rana è il più lento e arriva dopo libero, dorso e delfino. La ragione va ricercata nella tecnica, che provoca un maggior attrito del corpo con l’acqua e lo rallenta nella corsa.

Una ranocchia nuota placida nello stagno
Credits: Pixabay

Nello stile rana, infatti, le mani dell’atleta devono essere spinte in avanti dal petto e i gomiti devono rimanere sott’acqua. Le gambe sono sempre immerse, e la testa lo è per la seconda metà della corsa.

In pratica, con lo stile rana si può nuotare a circa 1,57 metri al secondo mentre con lo stile libero si possono superare i 2 metri. Lo stile rana si diversifica dagli altri anche per i rapporti propulsivi: in questo sono le gambe a dare la maggiore potenza (il 70%), negli altri stili “spingono” di più le braccia.