Donna Moderna
FocusJunior.it > Scuola > Scienze > I passaggi di stato della materia: la solidificazione

I passaggi di stato della materia: la solidificazione

Stampa
I passaggi di stato della materia: la solidificazione
Shutterstock

Perché che se mettiamo alcune sostanze a raffreddare, dopo un po' diventano dure e compatte? È il processo di solidificazione: ecco di che si tratta.

I cambi (o passaggi) di stato sono dei processi che consentono alla materia di mutare alcune caratteristiche meccaniche come forma o volume. In questo articolo prendiamo in considerazione la solidificazione, ossia il passaggio dallo stato liquido allo stato solido.

COME AVVIENE?

Perché un liquido (quindi una sostanza con un volume proprio e una forma variabile) si trasformi in un solido (volume e forma propria), occorre che si verifichino determinate condizioni ambientali di pressione e temperatura.

Il momento in cui comincia la solidificazione coincide con il raggiungimento del punto di fusione che, benché prenda il nome dal processo inverso a quello della solidificazione, rappresenta la temperatura necessaria per innescare l'intera trasformazione

Infatti, se tale punto viene raggiunto cedendo calore (processo esotermico), le molecole che compongono la sostanza smettono di muoversi liberamente e cominciano a "compattarsi", creando tra di loro legami sempre più forti che poi vanno a formare le strutture rigide dove atomi e molecole occupano uno spazio ben definito.

Anche qui l'esempio più facile da riportare è quello dell'acqua messa nel freezer, la quale si cristallizza fino a diventare ghiaccio.

SCOPRI GLI ALTRI PASSAGGI DI STATO DELLA MATERIA:

Ebollizione

Fusione

Brinamento