Donna Moderna
FocusJunior.it > Scienza > I Diamanti artificiali ci regaleranno batterie eterne?

I Diamanti artificiali ci regaleranno batterie eterne?

Stampa

Alcuni studiosi inglesi stanno lavorando a una super-batteria ricavata da scorie radioattive intrappolate nella solida struttura del diamante. Scopri di cosa si tratta con Focus Junior! 

Un diamante è per sempre dicono, quindi perché non farne una batteria illimitata

Al di là dei giochi di parole, i ricercatori dell'Università di Bristol hanno preso davvero sul serio la faccenda e hanno messo a punto un sistema di alimentazione energetico potenzialmente rivoluzionario

Di cosa si tratta?

Il diamante è uno dei materiali più duri e resistenti sulla faccia della Terra. Questo perché gli atomi del carbonio che lo formano sono distribuiti in una struttura particolarmente ordinata che ne garantisce solidità e stabilità. 

 

Ciò che gli scienziati hanno pensato di fare è stato dunque applicare tale "rigidità" atomica per imprigionare le scorie radioattive dei processi nucleari (dannose e difficilmente smaltibili) in diamanti artificiali per poi sfruttarne le emissioni in modo da generare energia elettrica!

 

Si risolverebbe così in una volta sola il problema della gestione degli scarti nucleari (dentro al diamante sarebbero innocui) ed il bisogno sempre maggiore di energia!

Pixabay

Per realizzare il progetto, il Team guidato dal Dott. Tom Scott ha usato il Nickel-63, materiale che impiega circa 100 anni a decadere (tale arco di tempo si dice periodo di emivita), ma il prossimo obiettivo è sfruttare il molto più diffuso Carbonio-14, la cui emivita supera invece i 5.000 anni!

 

Il risultato comporterebbe dunque una batteria pressoché eterna, anche se la quantità di energia non sarebbe molta: per ora scordiamoci di avere mai un tablet con pile in diamante artificiale!

 

 

ULTIME NEWS