Donna Moderna
FocusJunior.it > Scienza > Esiste la prova che discendiamo dalle scimmie?

Esiste la prova che discendiamo dalle scimmie?

Stampa

Che assomigliamo alle scimmie è evidente: basta guardarci allo specchio! Ma l'aspetto non basta per affermare che... siamo parenti. È la scienza che ci conferma che discendiamo dalle scimmie. La prova? Grazie al dna.

La specie a cui noi tutti apparteniamo è l' Homo sapiens . Questa specie non discende dalle scimmie , ne fa proprio parte. E non per via di una certa somiglianza fisica: nelle nostre cellule ci sono tracce che non lasciano dubbi.

 

Una storia vecchia di 65 milioni di anni

L’ordine zoologico dei Primati comparve sulla Terra 65 milioni di anni fa. Oggi comprende specie molto differenti tra loro come i gorilla , i lemuri , i macachi e, appunto, l’uomo. Gli studi paleontologici (l’analisi dell’anatomia delle specie estinte, ossia della loro forma) e quelli molecolari ( l’analisi dei geni e delle proteine contenute nei tessuti), confermano che l’uomo e le grandi scimmie africane quali gorilla e scimpanzé sono derivati da un processo evolutivo comune .
I geni sono i "pezzetti" che compongono il dna (vedi sotto) e rappresentano l'unità ereditaria fondamentale degli esseri viventi.Ossia la caratteristica che si trasmette di generazione in generazione. Ah, ragazzi, il singolare di geni è gene , non genio, eh!

 

<img alt="I cuccioli di cani e di gatti sono tenerissimi. Ma non avete ancora visto quanto sono teneri quelli di suricata, gorilla, maialino nano. e... scoprili in questa gallery!

Un cucciolo di gorilla che aspetta il suo turno per giocare!

Fonte: Focus" src="/var/www/html/ntool.3.0.0/mondadori/junior.it/_documenti/2016-05-16 Export totale/export/5773.jpg" />

Questa è la prova scientifica che l'uomo discende dalla scimmia!

Il d na  (abbreviazione inglese di  acido desossiribo nucleico ) è la molecola contenuta nelle cellule degli organismi (animali e vegetali) che contiene  tutte le informazioni necessarie  per la loro riproduzione. Confrontando il dna umano con quello di altre specie animali si possono verificare  eventuali somiglianze e differenze  delle parti che compongono il dna.

 

Il dna umano è molto simile a quello delle scimmie africane

I fossili documentano nel dettaglio i cambiamenti evolutivi che, soprattutto negli ultimi 3 milioni di anni, hanno caratterizzato i nostri antenati estinti. In base ai reperti rinvenuti dai paleontologi si ipotizza che uomo, gorilla, scimpanzé e scimmie bonobo siano derivati da una forma comune di grande scimmia che viveva in Africa tra 5 e 10 milioni di anni fa . Gli studi sulle molecole sottolineano inoltre l’estrema affinità del dna umano  con quello delle grandi scimmie africane, con differenze anche inferiori al 2 per cento.