Donna Moderna
FocusJunior.it > Scienza > Ecologia > RiciclAbiti, i vestiti ecologici con materiali di recupero

RiciclAbiti, i vestiti ecologici con materiali di recupero

Stampa
RiciclAbiti, i vestiti ecologici con materiali di recupero
Ipa-agency

Vestiti “transfomer” con una storia da raccontare: sono i riciclAbiti. Vestiti, calzature e accessori nate dal riutilizzo di materiali riciclati

Chi l’ha detto che non è possibile vestirsi bene ed essere amici dell'ambiente allo stesso tempo?

È vero, l'’industria tessile è tra le più inquinanti al mondo e la causa è da attribuire ad una produzione sempre maggiore di prodotti: un’indagine “Euromonitor” ha dimostrato che nei primi 15 anni del 21° secolo, infatti, la percentuale di vestiti posseduti da una sola persona è aumentata del 60% .

Per fortuna però anche nel riciclo la tecnologia sta facendo passi da gigante e oggi è possibile dare nuova vita anche ai capi d’abbigliamento che vengono realizzati con materiali di recupero, scarti vegetali e persino vecchie gomme da masticare!

Questi abiti - o meglio, riciclAbiti! - sono vestiti ed accessori “transformer” poiché perfetti per tutte le occasioni e rispettosi dell’ambiente. Ne abbiamo scelti per voi dieci tra i più incredibili!

DALLA FORESTA ALL'ALTARE

L’artista di origine ucraina Asya Kozina realizza particolari abiti e accessori in carta riciclata. È famosa soprattutto per le maschere e i ricchi abiti da sposa, colmi di dettagli e particolari tanto da sembrare delle opere d’arte. Ottimi per festeggiare il giorno più felice della propria vita…purché non piova! (Link).

RICICLABITI DA FRUTTA

Esistono poche cose più green di questi vestiti ricavati dalle parti non commestibili della frutta. Incredibile ma vero, dalle giacche realizzate in “pinetex”, ovvero un tessuto ricavato dalle foglie di ananas simile all’ecopelle, alle innovative trame ottenute dagli scarti della produzione industriale di succo di agrumi e che invece generalmente verrebbero buttati via.

A VOLTE…RITORANO

La plastica è tra i materiali più diffusi e utilizzati nelle grandi produzioni. Un oggetto in materia plastica abbandonato nell’ambiente, impiega dai cento ai mille anni per degradarsi. Non mancano, per fortuna però, ingegnose idee "indossabili" per dare nuova vita a ciò che normalmente si butterebbe. Ad esempio alcuni occhiali prodotti interamente in plastica riciclata recuperata dal mare, berretti con visiera ricavate da vecchie bottiglie, o giacche realizzate interamente in nylon riciclato. I ricilAbiti sono davvero versatili!

SU COSA CAMMINI OGGI?

I numeri legati all’industria di calzature aumentano di anno in anno. Secondo Statista, nel 2018 la seconda maggiore azienda per produzione di scarpe ha portato da sola sul mercato 409 milioni di paia di calzature, mentre nei soli USA, stando al loro Dipartimento degli Interni, ne vengono gettate via 300 milioni all’anno.

Lo smaltimento di questi prodotti dura circa 40 anni e, per combattere questo spreco, sono nate diverse idee per ottenere calzature dal recupero dei materiali. Ci sono infatti scarpe con la suola in gomma, il corpo in plastica e tessuti che provengono da vecchi abiti. Esistono poi anche calzature ricavate totalmente dai chewing gum o scarpe “vegane” composte per il 50% da fibre di mela. Anche per l’estate c’è soluzione. Che siano forate o rovinate le gomme delle auto possono continuare comunque a portarci in giro come su queste infradito realizzate da vecchi pneumatici.

TESSUTI "A SPASSO"

Anche i vestiti che hanno già vissuto a lungo possono essere riutilizzati e trasformati in qualcosa di nuovo come nel caso di questi zaini interamente prodotti partendo da abiti e tessuti vecchi, dismessi e non più indossabili.