Focus.it

FocusJunior.it

FocusJunior.itScienzaSpazioStelleA riveder le stelle: dove si vedono meglio le costellazioni?

A riveder le stelle: dove si vedono meglio le costellazioni?

Stampa
A riveder le stelle: dove si vedono meglio le costellazioni?
Shutterstock

Un astronomo e fotografo di stelle ci svela dove sono i posti migliori al mondo per osservare gli astri, le costellazioni e le galassie. Spoiler: no, non sono nelle nostre città!

E quindi uscimmo a riveder le stelle”: è così che si conclude l’Inferno della Divina Commedia di Dante. Ma tu, quante volte hai visto davvero le stelle? Ti sarai accorto/a che scorgere le costellazioni ma anche un cielo stellatissimo è diventato molto complicato. Sai il perché di questo? Te lo diciamo noi, e ti diciamo anche quali sono i migliori “spot” al mondo per vedere bene le stelle!

Un mondo senza stelle

Se abiti in città e ti capita di affacciarti alla finestra o di passeggiare quando è buio, avrai notato che non ci sono praticamente stelle: è colpa dell’illuminazione! Più luce artificiale c’è, meno è possibile vedere il cielo stellato. Per questo, quando invece sei in campagna, in montagna o comunque in luoghi dove non ci sono lampioni, luci delle case e fari delle auto, vedi invece le stelle. In fondo durante la notte di San Lorenzo si cercano luoghi bui per vedere il fenomeno delle stelle cadenti, giusto?

Ecco, ormai la luce artificiale è davvero ovunque e vedere cieli stellati, in cui si distinguono bene le costellazioni, è davvero difficile. Ne sa qualcosa l’astrofisico spagnolo Jordi Busqué, che osserva stelle da una vita e che ormai lavora come fotografo sia nell’ambito giornalistico che in quello scientifico. Proprio sul suo sito ha pubblicato una serie di foto che mostrano cieli pieni di astri lucenti. Scopriamo dove sono!

In Europa le stelle non si vedono più

Nel nostro continente, come spiega Busqué, è difficile trovare luoghi talmente bui da poter osservare un cielo davvero stellato. Certo, si può andare in montagna, ma comunque anche lì arriva l’inquinamento luminoso, anche se meno intenso che nelle località abitate.

jordi busqué

Le isole Canarie sono uno dei posti in cui è ancora possibile vedere nitidamente le costellazioni, come in questa foto di Jordi Busqué, dove si può vedere il centro della via Lattea a occhio nudo. Lo scienziato consiglia di farlo in estate, guardando verso sud: se sei appassionato/a di astronomia e vuoi vedere la Via Lattea, chiedi ai tuoi genitori di andare in vacanza alle Canarie la prossima estate!

Anche le vette dei Pirenei, non troppo lontane da noi, sono un luogo abbastanza buono per poter osservare le stelle a occhio nudo.

La visibilità migliore: in Sud America

Busqué trascorre molto tempo in Sud America a osservare le sue amate stelle. Qui ha individuato delle località tra il Cile, la Bolivia e l’Argentina dove la notte sembra di stare in un sogno. Il cielo è così pieno di stelle e le costellazioni sono così ben visibili che sembra quasi tutto finto. Tra le località che ha fotografato ci sono la Patagonia, la Terra del Fuoco, le Ande, il deserto di Atacama.

Per esempio, in questa foto si può vedere un’intera galassia grazie al buio. Nello specifico, qui vedi la Grande Nude di Magellano, una galassia nana, ma anche un satellite della Via Lattea. L’immagine è stata scattata in un campo di cactus in Bolivia.

Anche in Africa, per esempio in Marocco o nel deserto del Sahara, è possibile vedere le stelle a occhio nudo e godersi uno spettacolo incredibile.

Questa foto mostra la costa atlantica marocchina: la luce delle stelle si riflette sul mare e quindi sembra più forte che sulla terra. Una luce che viene usata anche dalle tartarughe marine per trovare la propria strada dopo la schiusa, ma quando la terra brilla troppo a causa dell’inquinamento luminoso gli animali si possono confondere, purtroppo.

Perciò l’inquinamento luminoso, tipico delle località abitate, è un problema non solo per gli amanti dell’astronomia e gli scienziati, ma anche per il mondo animale, che si regola proprio con la natura.

Se vuoi vedere tutte le foto di Jordi Busqué e scoprire di più, oltre al suo sito, puoi dare un'occhiata a questo articolo della BBC.

CATEGORY: 1