Donna Moderna
FocusJunior.it > Scienza > Curiosità scientifiche > Triangolo delle Bermude | La soluzione al mistero sta nelle nuvole?

Triangolo delle Bermude | La soluzione al mistero sta nelle nuvole?

Stampa

Due scienziati americani avanzano un'affascinante teoria che, qualora venisse confermata, potrebbe svelare il segreto dietro le tante sparizioni di navi e aerei avvenute in quella zona dell'Oceano Atlantico. Scopri con Focus Junior di che si tratta!

Tra i luoghi della terra maggiormente ammantati da un'aura sinistra di pericolo e mistero, sicuramente il Triangolo delle Bermude è quello più affascinante. 

 

Da quasi un secolo ci si interroga sul perché proprio in quelle zone, numerose navi e aerei siano letteralmente scomparse nel nulla.

Come al solito, la risposta potrebbe arrivare dalla scienza.

I ricercatori dell'Università dell'Arizona e del Colorado, Randy Cerveny e Steve Miller, hanno avanzato su Science Channel un'interessante teoria che addosserebbe le responsabilità di tanti disastri a fenomeni di tipo metereologico.

Non alieni o fantasmi, ma nuvole!

Nella famigerata zona tra Florida, Bahamas e Bermuda, è stata infatti osservata grazie ai satelliti una massiccia concentrazione di nubi esagonali, cioè nuvole "chiuse" che si troverebbero perlopiù nell'angolo occidentale del Triangolo.

 

Tali ammassi di vapore acqueo sarebbero all'origine di forti venti che soffiano 170 e le 190 miglia orarie, i quali, combinati con le correnti oceaniche darebbero vita a improvvise tempeste dalla violenza inaudita, perfettamente in grado di far precipitare arei o affondare navi.

 

Tutto è ancora da dimostrare, ma forse la soluzione all'enigma "esagonale" del Triangolo delle Bermude, non è poi così lontano!