Donna Moderna
FocusJunior.it > Scienza > Curiosità scientifiche > Perché i cibi che sembrano più buoni fanno male?

Perché i cibi che sembrano più buoni fanno male?

Stampa

Hamburger e patatine? Ogni tanto si possono mangiare ma occhio: danno dipendenza, quasi come le droghe, e non fanno per niente bene alla salute. Ecco perché.

Quali sono i cibi "più buoni"? Dipende da cosa si intende per “buoni”: i gusti, infatti, sono soggettivi. È vero invece il contrario: alcuni cibi che non fanno molto bene alla salute ci sembrano quasi sempre molto buoni. Una ricerca dello Scripps Research Institute di Jupiter, in California (Usa), ha dimostrato che i cibi molto calorici, grassi o dolcissimi (il cosiddetto “cibo spazzatura” tipico ad esempio dei fast food), danno una dipendenza simile a quella delle droghe, interferendo con un recettore della dopamina (sostanza legata al piacere e alla soddisfazione) nel nostro cervello.

Inoltre, molte aziende alimentari aggiungono additivi, cioè sostanze che rendono il cibo più gustoso. Essendo gli additivi sempre gli stessi, finisce che molti cibi hanno lo stesso sapore. Così, quando invece proviamo un cibo senza additivi ci sembra diverso e magari meno buono. Anche se non è così e, anzi, magari è pure più sano.

ULTIME NEWS
Natale: 10 libri indimenticabili
Condividi
Come si fa a diventare agente segreto
Condividi
Chi sono le spie nella realtà
Condividi