Donna Moderna
FocusJunior.it > Scienza > Curiosità scientifiche > Il triangolo delle Bermude | Un mistero tra leggenda e realtà

Il triangolo delle Bermude | Un mistero tra leggenda e realtà

Stampa

Il mistero del triangolo delle Bermude ha ispirato molti film e libri. ma, ancora, nessuno sa cosa si nasconda davvero in quell'area. C'è chi dice che sia solo fantascienza e chi invece ha visto navi e arei sparire nel nulla.

L'aerea di mare soprannominata "triangolo delle Bermuda"  è una zona dell'oceano Atlantico molto vasta. I vertici di quel triangolo immaginario toccano: a nord il punto più meridionale della costa dell'arcipelago delle Bermuda, a sud il punto più occidentale dell' isola di Porto Rico  e a ovest il punto più a sud della penisola della Florida.
Fin dai tempi più antichi quest'area triangolare è stata osservata con sospetto dai più grandi esploratori, perché  sembrava che fosse abitata da  animali sconosciuti   e che dalle sue acque emergessero  luci aliene . Perfino  Cristoforo Colombo  annotò una cosa simile nel suo diario di bordo.
La fama e il mistero sono aumentati dall'ottocento in poi, diventando un vero caso internazionale dal 1974, quando  Charles Berlitz  scrisse il libro  "Bermuda, il triangolo maledetto" .  In questo libro, l'autore afferma che le numerose  sparizioni di navi ed aerei  in quell'area sono state causate da strane energie e dagli  alieni .

 

Questo libro era stato preceduto da  alcuni articoli risalenti agli anni 60 che raccontavano inspiegabili sparizioni di navi in quelle acque . Dopo la pubblicazione del libro di Berlitz, molti altri autori tentarono di dare il proprio parere, più o meno scientifico, su questo fenomenlo paranormale. 
Il più grande contestatore di questo "mito" fu  Lawrence David Kusche , autore del libro " Il triangolo delle Bermuda, il mistero risolto "  del 1975, che mise in luce  gravi imprecisioni nell'opera di Berlitz.  Soprattutto, fece notare come il racconto in molti punti non coincideva con le testimonianze di persone coinvolte negli incidenti e dei sopravvissuti.
Fatto sta che dopo l'opera di Kusche vi sono state altre sparizioni nell'area del triangolo maledetto.  Se però siano dovute agli alieni o a dei fenomeni naturali, nessuno potrà mai saperlo.  Certo è che questo mistero piace moltissimo al mondo del cinema, a cui si è ispirato per creare film che hanno diffuso questa leggenda.  Ma piace soprattutto al pubblico , che continua a guardare con sospetto e  paura  quel tratto di mare così pericoloso.