Donna Moderna
FocusJunior.it > Scienza > Curiosità scientifiche > Game over: tutte le profezie (mancate) sulla fine del mondo

Game over: tutte le profezie (mancate) sulla fine del mondo

Stampa
Game over: tutte le profezie (mancate) sulla fine del mondo
Shutterstock

Dal Millenium Bug al calendario Maya, passando per strani pianeti assassini: ecco tutte le volte che l'umanità avrebbe dovuto cessare di esistere...

Il nostro mondo è destinato a terminare. Lo sapevano nel Medioevo, quando ci si fidava ciecamente della Bibbia e il libro dell'Apocalisse era praticamente una finestra sul futuro, e lo sappiamo oggi grazie alla scienza, anche se le teorie sono. Ma un conto è sapere che la fine del mondo arriverà, ma un conto è sapere quando si manifesterà.

PAROLA ALLA SCIENZA

Le ricerche scientifiche più accreditate ci dicono che tra miliardi di anni l'Universo, una volta esaurita la "spinta" che lo sta facendo espandere arriverà a collassare su sé stesso (Big Crunch), riportando l'esistenza ad un altro Big Bang che poi innescherà un nuovo ciclo. Altre teorie invece farebbero terminare tutto con scontri tra universi paralleli, multiversi o freddi apocalottici in cui spazio e tempo vengono annullati.

Tutto ciò però non riguarderà l'umanità, che probabilmente sarà già estinta da un pezzo, e nemmeno il nostro pianeta, che sarà già bello che andato in seguito alla morte del Sole, prevista tra qualche miliardo di anni.

PROFEZIE MANCATE

Insomma, anche se abbiamo i giorni contati, noi possiamo solo ipotizzare che qualcosa accadrà sicuramente, ma in un lontano, lontanissimo futuro. Eppure nei secoli sono sempre spuntate qua e là profezie o bislacche teorie che non solo spostavano le lancette della fine del mondo molto più vicino a noi, ma addirittura individuavano l'anno e il giorno esatto in cui un catastrofico evento avrebbe messo la parola fine a tutto ciò che conosciamo.

Ecco le profezie sulla fine del mondo più famose e che però, naturalmente, non si sono mai avverate...

Il fatidico 1260 
I medievali erano convinti che nella Bibbia, il libro donato da Dio agli uomini, fosse scritto ogni segreto del mondo. Bisognava solo saper leggere...Tra le righe. Così un famoso abate del XIII secolo, Gioacchino da Fiore, arrivò a calcolare che nel 1260 d.C. sarebbe arrivato l'Anticristo - che egli identificava con l'imperatore Federico II di Svevia - il quale avrebbe dato inizio all'Apocalisse. Già nel 1250 però Federico II morì, e dunque piano piano i seguaci di Gioacchino da Fiore dovettero ricredersi.

Il 1666, l'anno del Diavolo
Tra il 1665 e il1666 Londra fu teatro di scontri, un'epidemia di peste e un devastante incendio, che quasi ridusse in cenere l'intera città, dunque la gente era già predisposta ad avere una visione abbastanza pessimistica della realtà. Se poi guardando sul calendario ci si accorgeva che il 1666 conteneva il numero di Satana (666), allora la brava gente del tempo, religiosa e rispettosa dei segnali divini, era subito convinta: quell'anno sarebbe finito il mondo. Fortunatamente non fu così.

Lo scherzo del 1806
Sempre in Inghilterra uno strano evento venne preso come presagio di un'Apocalisse imminente. Presso la città di Leeds infatti una gallina aveva cominciato a deporre delle uova che portavano sul guscio un'incisione: "Cristo sta arrivando". Per qualche tempo si diffuse il panico, ma poi si scoprì che era tutta una messinscena architettata da una pseudo-veggente.

La cometa di Halley del 1910
Gli eventi astronomici hanno sempre messo in agitazione gli antichi, ma anche nel XX secolo il cielo è stato portatore di ansie e paure da fine del mondo. La famosa cometa di Halley (dal nome dello studioso che la scoprì e studiò nel 1682) passa infatti ogni 76 anni e nel 1910 si avvicinò così tanto alla Terra che alcuni temettero che i gas della sua coda luminosa potesse provocare danni  irreparabili all'atmosfera, sterminando l'umanità

Il pianeta killer Niribu
Negli anni '90 negli U.S.A. divenne piuttosto famosa una certa Nancy Lieder, la quale affermava di essere la portavoce di una misteriosa civiltà aliena di Zeta Reticuli. Ebbene, secondo la Lieder e tanti altri complottisti che si rifacevano a strane traduzioni di antichi scritti sumeri, la Terra sarebbe in rotta di collisione con il pianeta Niribu, che ci avrebbe mandati tutti all'altro mondo. La data dell'impatto è stata spostata più volte, prima nel 2012, poi nel 2017, ma per ora del pianeta killer nessuna traccia...

Il Millenium Bug
Nella notte tra il 31 dicembre 1999 e il primo gennaio 2000, in tanti hanno trattenuto il fiato. Il motivo? Secondo parecchi esperti, il cambio di date a due zeri (00) avrebbe potuto mandare in tilt i computer di tutto il mondo, innescando black-out e incidenti catastrofici che avrebbero anche potuto far esplodere tutte le testate nucleari del pianeta. Per fortuna questo difetto informatico rinominato "millenium bug" fu molto meno grave delle previsioni e non accadde nulla di disastroso.

Il 2012 e i Maya
La profezia più famosa e più vicina a noi è però quella del calendario maya, secondo il quale il mondo sarebbe dovuto finire il 21 dicembre 2012 con cataclismi di ogni genere. Anche questa volta, però, la fine del mondo è stata rimandata.

Certo, continuando ad ignorare tematiche importanti come inquinamento e cambiamento climatico, l'uomo è ancora in tempo per accontentare tutti i profeti di sventure!