Donna Moderna
FocusJunior.it > Scienza > Curiosità scientifiche > Lo sapevi che | Anche le piante pensano!

Lo sapevi che | Anche le piante pensano!

Stampa

Le piante pensano e sono in grado di conservare memoria dell'ambiente esterno! Scopriamo i risultati di un interessante studio polacco.

Se trovi qualcuno che parla con le piante pensi che sia un po' svitato. Ma forse non è poi così svitato come sembra!

In realtà, uno studio polacco ha svelato che le piante sono dotate di memoria, immagazzinano le informazioni (come fanno con l'acqua) e sono capaci di rispondere a questi stimoli. Quindi le piante, proprio come gli esseri umani, avrebbero un sistema di comunicazione al loro interno che funziona per reti neuronali (ovvero per connessioni e scambi di informazioni tra i neuroni, le cellule del sistema nervoso).

E quando la pianta riceve uno stimolo esterno, l'informazione provocherebbe una serie di eventi a catena!

E se... hanno sete?

La pianta oggetto dello studio è stata una Arabidopsis Thaliana sottoposta in piccola parte a raggi di luce. Quando la luce le era sottratta, gli scienziati hanno scoperto che questa informazione (il calore e l'energia dei raggi solari) era conservata nella memoria e aiutava la pianta a reagire alla privazione.

Ma le piante non conserverebbero non solo una memoria quantitativa ma anche qualitativa. Ovvero potrebbero reagire  in maniera diversa in base al tipo di luce a cui sono esposte e alla durata dell'esposizione! Questa scoperta, se avvalorata da altri studi, sarà utile per migliorare la salute delle piante.

Diventano più resistenti!

Come ha sostenuto William John Lucas , professore di biologia vegetale dell'Università della California della città di Davis, la memoria potrebbe aiutare i germogli delle piante a conoscere fin dall’inizio le condizioni climatiche e ambientali in cui cresceranno, aumentando così la loro resistenza ai disagi che derivano dall’ambiente esterno, come le variazioni di luce, l’assenza d’acqua o le malattie di stagione.