Donna Moderna
FocusJunior.it > Scienza > Curiosità scientifiche > Le 10 fanta-profezie di Isaac Asimov

Le 10 fanta-profezie di Isaac Asimov

Stampa

Isaac Asimov è lo scrittore "papà" della fantascienza moderna. Negli anno '60, in un articolo su un giornale americano, immaginò come sarebbe stato il mondo nel XXI secolo, il nostro. Vediamo quali delle sue 10 "profezie" si sono avverate e quali no.

Ecco le 10 profezie che Isaac Asimov, uno dei più famosi e prolifici scrittori di fantascienza del secolo scorso ha fatto nel 1964 scrivendo un articolo per il quotidiano americano New York Times

Di Asimov sono, per esempio, libri e racconti da cui sono stati tratti film famosi come Io robot con Will Smith oppure L'uomo bicentenario con Robin Wiliams. Sai dire quali profezie si sono avverate e quali no senza leggere le nostre spiegazioni? Provaci!

Le profezie di Isaac

1) Nel 2014 la popolazione mondiale avrà sei miliardi e mezzo di persone. New York sarà abitata da 350 milioni. La gente continuerà a crescere senza freni. Ci sarà a quel punto una propaganda mondiale per controllare le nascite.
SBAGLIATO: nel 2014 la popolazione mondiale era di 7,2 miliardi mentre la città di New York è di circa 8,3 milioni di persone.

2) Tanti lavori tradizionali scompariranno e saranno sostituiti dalle macchine. Anche la scuola si orienterà in questa direzione. L’istruzione superiore sarà basata su linguaggi informatici e tecnologici.
GIUSTO: i robot sono entrati di prepotenza in tanti settori della vita produttiva e anche a scuola si va in quella direzione anche se, per ora, solo digitalizzando i libri (con i tablet) e le tradizionali lavagne (con la LIM).

3) L’umanità dovrà fare i conti con la noia, un malessere che si diffonderà con velocità allarmante.
SBAGLIATO/GIUSTO: nei Paesi in via di sviluppo la noia non esiste. Quei popoli sono troppo occupati a vivere, non hanno tempo di annoiarsi. Diversa, invece, la situazione nel mondo Occidentale. A quanti di noi non capita, almeno ogni tanto, di annoiarci!

4) Gli elettrodomestici allevieranno le attività degli uomini. Ci saranno macchine che faranno il caffè, che riscalderanno l'acqua, che faranno pane tostato. Cucine intelligenti che prepareranno la colazione da sé e si potrà decidere la notte cosa mangiare la mattina seguente. Gli elettrodomestici non avranno più bisogno di cavi elettrici. Saranno alimentati da batterie fatte con radioisotopi.
GIUSTO: questa "profezia" di Asimov è assolutamente centrata. L'unica parte non (ancora) azzeccata riguarda la lunga vita delle batterie: quelle con i radioisotopi non vengono usate, troppo pericolose. E quelle a idrogeno sono ancora quasi sperimentali.

pixabay

5) La parola lavoro sarà quella più importante del dizionario del nuovo secolo e del nuovo millennio.
GIUSTO: il lavoro è la base di tutto.

pixabay

6) L’uomo creerà ambienti che si adattano a lui stesso e ci saranno pannelli luminosi che daranno vita a particolari giochi di luce.
GIUSTO: Asimov ha profetizzato l'arrivo delle luci a led, speciali fonti luminose capaci di creare fantastici effetti luminosi

pixabay

7) Tutti gli schermi saranno sostituiti. Ci sarà spazio per cubi trasparenti e effetti tridimensionali.
GIUSTO: la vecchia tv a tubo catodico non esiste più. E anche le tv trasparenti, pur se non a forma di cubo ma sottilissime e piatte, esistono.

pixabay

8) Ci saranno veicoli guidati da robot. La guida non avrà le interferenze dei riflessi umani. Ci sarà un aumento incontrastato dei mezzi di trasporto. Molti voleranno: ci saranno sempre più aerei ma anche mezzi che viaggeranno a un piede o due da terra.
GIUSTO/SBAGLIATO: i veicoli guidati da robot esistono. E appaiono anche i primi esperimenti di automobili che si guidano da sé (come il prototipo di Google nella foto qui sotto). I razzi stanno diventando riutilizzabili: vengono lanciati, poi atterrano e poi vengono lanciati di nuovo e così via. Non esistono, per ora, i mezzi di trasporto che viaggiano sollevati da terra. A parte gli hovercraft, ma quelli esistevano già nel 1964, ai tempi di Asimov.

9) Negli anni 2000 i robot esisteranno ma ancora non saranno in uso tra la gente normale.
GIUSTO/SBAGLIATO: i robot come li immaginava Asimov, ossia i robot positronici dei suoi libri non esistono ancora. Esistono però robot di altro tipo che vivono ogni giorno tra noi. Per esempio i robot industriali (le auto sono verniciate da robot, lo sapevi?) e i robot domestici come il Roomba, il famoso aspirapolvere intelligente.

10) Le comunicazioni non saranno basate solamente sul suono, ma anche sulla vista. Si potranno vedere le persone che si chiamano al telefono. Sarà possibile sugli schermi anche leggere libri e stampare documenti.
GIUSTISSIMO: in questa profezia il nostro Isaac ci ha azzeccato in pieno. Lo dimostra... il cellulare che stai usando per leggere questo articolo!

pixabay