Categories: Scienza

Come si forma l’aurora boreale? E che cos’è?

Come si forma l’aurora boreale? E che cos’è?

Che cos'è un'aurora boreale? Dove accade? E per quale motivo, a volte, il cielo notturno invernale (fino a primavera non troppo inoltrata)  dei Paesi nordici  si riempie di lampi verdi o rossi? Continuate a leggere per scoprire come si forma un'aurora boreale.

 

Aiuto che paura!

Fino alla metà del XIX secolo , gli scienziati pensavano che quelle strane luci colorate, che nei mesi invernali, spesso, riempivano i cieli a latitudini settentrionali, fossero i riflessi dei raggi del sole  su enormi iceberg galleggianti negli oceani polari. Oppure che fossero dei lampi di alta quota. Finché, il 28 agosto del 1859, l'astronomo inglese Richard Christopher Carrington capì che il fenomeno era legato all' attività del Sole .

 

Le aurore sono prodotte da particelle elettriche (elettroni e protoni) che, arrivando dal Sole, colpiscono la ionosfera terrestre , ossia la parte di atmosfera compresa tra i 100 e i 500 km di altitudine. Quando il fenomeno elettrico si esaurisce, l'energia prodotta dagli elettroni si trasforma in luce visibile: l'aurora boreale (se abitassimo in un Paese al di sotto dell'equatore, cari focusini, la chiameremmo “aurora australe”).

 

Clicca sull'immagine per vedere una fotogallery di aurore boreali

 

 

Il fenomeno dell'aurora boreale è davvero affascinante : al crepuscolo, o di notte (di giorno è difficile vederle), lampi di luce verde danzano nel cielo scuro e cambiano in continuazione assumendo forme fantastiche. A volte, poi, si odono anche dei suoni, delle specie di sibili che accompagnano le aurore.

 

Ma perché le aurore boreali si osservano solo nelle regioni molto settentrionali? (o molto meridionali, nel caso di Paesi posti a sud della linea dell'Equatore). La scienza dice che dipende dalla minore protezione magnetica di quelle regioni , che permette al vento solare (che trascina con sé una parte del campo magnetico della nostra stella), di interferire con il campo magnetico terrestre. Dando così luogo alla formazione di questa specie di “comete” .

 

Guardate, qui sotto, lo spettacolare video di un'aurora boreale che è apparsa nei cieli del nord della Scozia . È tutto vero, non è un'animazione né un video fatto al computer: non è strabiliante?

 

Lo sapevi che?

In lingua inglese l'aurora boreale viene chiamata "northern lights" ossia luci del nord. La ragione è semplice: nei Paesi a latitudini più meridionali, come per esempio quelli dell'Europa centrale e meridionale, l'aurora boreale non esiste: luci del nord, appunto!