Donna Moderna
FocusJunior.it > Scienza > Buon compleanno a Katherine Johnson: la scienziata della Nasa compie 100 anni

Buon compleanno a Katherine Johnson: la scienziata della Nasa compie 100 anni

Stampa
Buon compleanno a Katherine Johnson: la scienziata della Nasa compie 100 anni

La scienziata Katherine Johnson compie 100 anni ma festeggiare il suo traguardo anagrafico è anche l'occasione per ricordare quello che ha conquistato, nel campo della scienza ma anche in quello dei diritti delle donne e in particolare delle donne afroamericane.

Chi è Katherine Johnson

Katherine Johnson al lavoro nel 1964.

Katherine Johnson ha lavorato alla Nasa nel campo della ricerca per l'aeronautica militare, contribuendo grazie alla passione per il suo lavoro, a diversi progetti e ricerche spaziali. Per esempio tra le altre cose, tracciava i diagrammi di navigazione di ritorno per gli astronauti in caso di guasto elettronico, ha calcolato il lancio per la missione Mercury del 1961, ha verificato i calcoli dei primi computer elettronici per il giro intorno alla terra di John Glenn (che non sarebbe partito se Katherine non avesse prima verificato tutto) nel 1962, ha calcolato la traiettoria per il volo spaziale di Alan Shepard, nel 1959, il primo americano ad andare nello spazio; ha calcolato la traiettoria per la missione sulla luna del 1969 di Apollo 11. C'era anche lei, insieme a pochi altri, a monitorare l'atterraggio davanti a uno schermo e a guardare il primo passo sulla luna. In seguito ha anche contribuito al programma Space Shuttle e ai primi progetti su Marte.

Il film
Il diritto di contare racconta la storia di Katherine Johnson e di altre sue colleghe.

.
.La sua storia

All'epoca, cioè nel dopoguerra, per un donna afroamericana, non era facile trovare lavoro nel campo della scienza; si poteva sperare, al massimo, di fare l'insegnante nelle scuole. Katherine, invece, nel 1953 è stata assunta dalla Nasa, quando ancora si chiamava Naca (National Advisory Committee for Aeronautics). All'inizio lei e le altre fisiche impiegate svolgevano diversi compiti matematici e leggevano i dati dalle scatole nere degli aerei e svolgevano altri compiti matematici. Poi, per caso, Katherine viene assegnata temporaneamente al team al team di ricerca di volo, dove i suoi colleghi erano tutti maschi. Col tempo la sua conoscenza delle geometria analitica diede i suoi frutti, tanto che "si sono dimenticati di farmi tornare al vecchio team" racconta Katherine.