Donna Moderna
FocusJunior.it > Scienza > Ambiente > Vulcani > Scoperti sette vulcani sommersi nel Mar Tirreno

Scoperti sette vulcani sommersi nel Mar Tirreno

Stampa
Scoperti sette vulcani sommersi nel Mar Tirreno
Ipa-agency

Sette nuovi vulcani sottomarini sono stati scoperti nel Mar Tirreno. Questi vulcani fanno parte di una catena che si estende dalla costa di Salerno al Sangineto, in Calabria. Scopri di più con Focus Junior!

Nel Mar Tirreno meridionale esiste una catena di 15 vulcani sommersi, di cui 7 erano sconosciuti fino a ieri, che si estende per 90 km in lunghezza e 20 km in larghezza.

 

La scoperta è stata realizzata grazie agli sforzi congiunti dei ricercatori dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV e IAMC), dell’Istituto per l’Ambiente Marino Costiero del Consiglio Nazionale delle Ricerche (IAMC-CNR) e del Geological and Nuclear Sciences (GNS) della Nuova Zelanda.  Lo studio è stato pubblicato sull'autorevole rivista Nature.

Un tesoro geologico nascosto!

La "striscia" vulcanica è stata ribattezzata Catena di Palinuro, e i suoi rilievi subacquei affondano in profondità per 3200m fino ad un'altezza massima di 80 m sotto il livello del mare. Tutta la catena è più grande sia delle Isole Eolie che del Marsili, l'altro grande vulcano sottomarino del Tirreno.

 

Tali vulcani formano spaccatura della crosta terrestre dalla quale «risalgono magmi provenienti dalle Isole Eolie, dal Tirreno centro-meridionale, e dall’area compresa tra la Puglia e la Calabria»

ingv.it

«Questi vulcani sono stati attivi sicuramente tra 300.000 e 800.000 anni fa - spiega Salvatore Passaro, geologo marino dell’Iamc-Cnr - ma non è da escludere che siano stati attivi in tempi più recenti. Oggi sono caratterizzati da attività idrotermale sottomarina a si collocano in una zona di anomalia termica (circa 500°C a 1 km sotto il fondo del mare)».

 

Lo studio della Catena di Palinuro è solo agli inizi, eppure tutti gli addetti ai lavori concordano nel definire la scoperta una piccola rivoluzione che può cambiare l'interpretazione di alcune caratteristiche geodinamiche del territorio. 

FONTI: Nature; Ingv.it

ULTIME NEWS