Donna Moderna
FocusJunior.it > Scienza > Ambiente > Giornata Mondiale del Suolo: il 5 dicembre si celebra la Madre Terra!

Giornata Mondiale del Suolo: il 5 dicembre si celebra la Madre Terra!

Stampa

Il World Soil Day è nato nel 2014 per ricordare a tutti l'importanza del terreno sui cui poggia la nostra intera esistenza. L'edizione di quest'anno è dedicata alla salvaguardia della biodiversità

Il 5 dicembre è il World Soil Day, la Giornata Mondiale del Suolo che nel 2014 venne istituita dalla Food and Agricolture Organization (FAO) delle Nazioni Unite per promuovere il vitale ruolo giocato dal terreno nello sviluppo e nel mantenimento della vita sul nostro pianeta.

Se infatti la terra perdesse le proprie qualità, le piante perirebbero, le coltivazioni si seccherebbero e l'umanità morirebbe di fame. Ma com'è nata questa giornata?

ORIGINI DEL WSD

Nel 2002 l'organo scientifico International Union of Soil Sciences (IUSS) raccomandò l'istituzione di una giornata internazionale per celebrare l'importanza del suolo.

La FAO e una commissione guidata dal Re della Thailandia Rama IX (detto "il Grande") si prodigarono duramente per vedere la nascita di un World Soil Day riconosciuto ufficialmente e nel 2013, finalmente, si ottenne il via libera per l'anno successivo.

La scelta del 5 dicembre come data per il WSD fu un omaggio al Re thailandese, che compiva gli anni proprio quel giorno.

NEL 2020

Il focus dell'edizione di quest'anno è racchiuso nello slogan “Mantieni vivo il suolo, proteggi la biodiversità del suolo”. La qualità del suolo risulta infatti essenziale non solo per il mantenimento dell'equilibrio naturale, ma per la nostra stesso esistenza. Dunque dobbiamo impegnarci per difendere la terra che ci nutre dallo sfruttamento eccessivo, dalla deforestazione e dagli effetti del cambiamento climatico.

L'hastag #WorldSoilDay e #Saveourfuture aiuterà a veicolare il messaggio nel corso di questa giornata: di questo passo l'umanità potrà gestire sempre meno risorse, sempre campi coltivabili e sempre meno spazi da dedicare al proprio sostentamento.

Occorre dunque riflettere - sì, anche noi, nel nostro piccolo - ed invertire subito la rotta.