Donna Moderna
FocusJunior.it > Scienza > Ambiente > Ghiaccioli tossici

Ghiaccioli tossici

Stampa

Sono preparati con acqua inquinata e fanno parte del progetto Polls Waters Popsicles, ideato e realizzato da tre studenti cinesi, con lo scopo di sensibilizzare i giovani sui problemi dell'inquinamento.

Con l'estate e l'arrivo del grande caldo è quasi impossibile rinunciare a un fresco e colorato ghiacciolo, ma state attenti a non farvi venire in mente di assaggiare uno di questi.

@PollutedWaterPopsicles- Facebook
Artisti al lavoro

Questi coloratissimi e “golosissimi” ghiaccioli sono stati realizzati dall’idea di Hung I-Chen, Guo Yi-Hui e Cheng Yu-Ti, tre studenti della National Taiwan University of Arts, per un progetto chiamato Polls Waters Popsicles.

@PollutedWaterPopsicles- Facebook
Inquinamento e urbanizzazione

I tre studenti hanno raccolto da fiumi, laghi e porti dell'isola di Taiwan l'acqua piena di scorie e detriti, per trasformarla in ghiaccioli. Lo scopo è quello di sensibilizzare, soprattutto i più giovani, ai problemi legati all'inquinamento delle acque in seguito alla rapida crescita economica e all'urbanizzazione dell' isola della Repubblica della Cina.

 

 

 

 

 

 

 

 

L'apparenza inganna!

E... mai come in questo caso, il detto è più che mai appropriato; infatti a guardarli a prima vista, sembrano ghiaccioli molto simili a quelli che trovate nei bar e supermercati al gusto di fragola, menta, frutti di bosco o limone... ma, in realtà, sono fatti con le acque più inquinate di Taiwan e dintorni.

@PollutedWaterPopsicles- Facebook
Occhio al dettaglio!

Guardateli bene nel dettaglio: è possibile vedere (in trasparenza) la spazzatura contenuta al loro interno: acqua sporca, pezzi di plastica, tappi di bottiglia, pezzi di sacchetti di plastica e ogni tipo di inquinante che invade le nostre acque.

@PollutedWaterPopsicles- Facebook
@PollutedWaterPopsicles- Facebook

 

@PollutedWaterPopsicles- Facebook

 

 

Una confezione che... parla

Per ogni ghiacciolo, poi, è stata studiata una confezione unica, colorata e numerata, che ricordasse il luogo di provenienza dell'acqua: ci sono 100 diversi tipi di ghiacciolo come potete vedere nell'immagine sotto.

@PollutedWaterPopsicles- Facebook
Il risultato?

Migliaia di like sulla pagina Facebook dei tre ragazzi e, soprattutto, trasmettere ai giovani il messaggio di sensibilità ecologica verso il Pianeta.