Donna Moderna
FocusJunior.it > Scienza > Ambiente > Ecosistema > Siberia | Il cambiamento climatico mette in pericolo le renne

Siberia | Il cambiamento climatico mette in pericolo le renne

Stampa

Il cambiamento climatico mette a dura prova le renne siberiane. A causa del riscaldamento globale le renne hanno difficoltà a mangiare erba e licheni nascosti... sotto il ghiaccio (qui sotto vi spieghiamo il perché di questa apparente contraddizione). Lo mostra studio appena pubblicato dall'Università della Lapponia.

Quando pensiamo ai cambiamenti climatici e ai ghiacci che si sciolgono, il primo pensiero che ci viene in mente è l'acqua degli oceani che si alza, città e zone costiere sotto l'acqua e il povero orso polare senza più ghiaccio. 



La realtà è anche un'altra e riguarda le renne della penisola di Yamal, nella Siberia nord occidentale. A causa del riscaldamento non riescono più a mangiare.



 



Ma com'è possibile?


 



Negli ultimi dieci anni due eventi hanno sconvolto la vita delle renne siberiane: nel 2006 ne sono morte 20mila. Nel 2013 oltre 60mila. In entrambi i casi i fatti si sono verificati in autunno, nel mese di novembre: esattamente quando il riscaldamento globale ha portato l'innalzamento delle temperature. I ghiacci marini si sono sciolti e ci sono state fortissime piogge che hanno inondato vaste aree della zona. Il congelamento rapido avvenuto poi a dicembre ha trasformato il ghiaccio, di solito di pochi centimetri, in una spessissima barriera di decine di centimetri.



 





 



Come fanno le renne siberiane ad alimentarsi? Di solito rompono il ghiaccio con gli zoccoli, per poter mangiare erba e licheni sotto al ghiaccio. Ma in questo caso molte non ci sono riuscite, il ghiaccio era troppo spesso.



Pian piano, a causa della fame, molte sono morte, quasi 80mila negli ultimi dieci anni.



 



A rilevarlo è stato uno studio dell'Università della Lapponia Rovaniemi condotto dal professor Bruce Forbes.



 



Un campanello d'allarme


 



Come dice il ricercatore, l'evento ora potrebbe ripetersi. Anche perché questo settembre è stato caldo, con il ghiaccio marino che si è ritirato velocemente.



Fonte: Royalsociety.org



 



Vuoi sapere tutto sulle renne? Leggi qui