Nostro Figlio
FocusJunior.it > Scienza > Ambiente > Ecosistema > Cos’è la biodiversità?

Cos’è la biodiversità?

Stampa
Cos’è la biodiversità?
Shutterstock

Il 22 maggio si celebra in tutto il mondo la Giornata Mondiale della Biodiversità: ma che cos'é? E perché è così importante per il pianeta?

Il nostro pianeta custodisce miliardi di forme di vita e migliaia di ambienti ed ecosistemi che noi esseri umani siamo chiamati a tutelare. Tale meravigliosa varietà si riassume in una sola parola: biodiversità!

COS'È LA BIODIVERSITÀ?

Per biodiversità s'intende tutto l'insieme di animali, piante, funghi e microorganismi che popolano il nostro pianeta. Una tale moltitudine di esseri viventi rappresenta dunque un patrimonio inestimabile, in quanto tutte queste specie, vivendo tra di loro, creano un equilibrio fondamentale non solo per la Terra per come la conosciamo, ma anche per la nostra stessa esistenza.

Senza biodiversità infatti non avremmo cibo e acqua a sufficienza, non esisterebbero più ecosistemi adatti a far prosperare le nostre civiltà né risorse grazie alle quali progredire e migliorare il nostro futuro.

PERCHÈ SERVE PROTEGGERLA?

Le attività umane dell'ultimo secolo - dalla deforestazione all'inquinamento atmosferico, passando per il drastico problema della produzione di CO2 - stanno mettendo a serio rischio questo delicato equilibrio, in quanto lo sfruttamento intensivo di tutte le risorse del pianeta ha provocato estinzioni, causato la scomparsa d'interi ecosistemi e danneggiato irrimediabilmente il clima globale.

Basti pensare che secondo il recente rapporto mondiale di IPBES (Intergovernmental Science-Policy Platform on Biodiversity and Ecosystem Services), ad oggi gli ecosistemi hanno perso circa il 75% della biodiversità originaria del pianeta.

Ciò è un grave problema perché come in un gigantesco effetto domino, quello che colpisce una singola specie, prima o poi si ripercuote anche sulle nostre vite. Un esempio? I cambiamenti climatici stanno mettendo in pericolo le api e senza questi preziosi insetti non solo cesseremo di avere il miele, ma verrebbe compromessa anche una buona fetta del processo d'impollinazione, con conseguente scomparsa di intere specie di piante e diminuzione di gran parte della varietà alimentare non solo per noi (verrebbero a mancare molti frutti e ortaggi), ma anche per gli animali d'allevamenti, che avrebbero meno foraggio a disposizione. Insomma, con la scomparsa di una sola specie d'insetto, nel giro di pochi anni l'umanità si troverebbe quasi a morire di fame!

Per fortuna però la natura che ci circonda è in grado di rigenerarsi, quindi non tutto è perduto. Serve però invertire la rotta, adottare da subito stili di vita (e di produzione) più sostenibili e proteggere le specie animali e vegetali che sono ad un passo dalla scomparsa definitiva.

LA GIORNATA MONDIALE PER LA BIODIVERSITÀ

Per sensibilizzare la popolazione riguardo questo argomento così importante per il nostro futuro, in tutto il globo si tengono iniziative come la Giornata Mondiale per la Biodiversità (International day for Biological Diversity), nata nel 2000 per volere dell'ONU in seguito all’adozione della Convenzione sulla Diversità Biologica, firmata a Nairobi (Kenya) proprio il 22 maggio 1992.

Tema del 2021 è dato dallo slogan "We are part of the solution" ("Siamo parte della soluzione"), un messaggio di speranza, ma soprattutto di responsabilità: siamo noi che dobbiamo (e possiamo) cambiare le cose!.