Donna Moderna
FocusJunior.it > Scienza > Ambiente > Che cos’è la Bandiera Blu?

Che cos’è la Bandiera Blu?

Stampa
Che cos’è la Bandiera Blu?
Ipa-agency

Perché alcune spiagge possono esporla e altre no? Cosa certifica un simile riconoscimento? Ve lo spiega Focus Junior

Molte spiagge italiane la esibiscono come prestigioso simbolo di qualità, mentre altre vorrebbero tanto poter veder quel drappo blu sventolare lungo il loro litorale. Ma che cos'è allora questa Bandiera Blu?

UN SEGNALE D'ECCELLENZA

La Bandiera Blu venne istituita nel 1987 - l'anno europeo dell’Ambiente - e da allora rappresenta un riconoscimento internazionale della FEE, Foundation for Environmental Education, l'organizzazione on governativa che promuove e diffonde le buone pratiche ambientali.

Ogni anno infatti la FEE collabora con due agenzie dell'ONU (l'UNEP, Programma delle Nazioni Unite per l’ambiente, e l'UNWTO, Organizzazione Mondiale del Turismo) per assegnare in 49 paesi le Bandiere Blu alle località turistiche balneari che rispettano al meglio i criteri relativi alla gestione sostenibile del territorio.

In altre parole la Bandiera Blu indica una spiaggia o un luogo turistico dove l'ambiente viene rispettato e si mantengono alti standard di qualità per le acque dove "sguazzano" i bagnanti e le infrastrutture circostanti. Tale riconoscimento però non è eterno e le varie spiagge devono guadagnarselo ogni anno.

Un'altra cosa da tenere bene a mente poi è che questo riconoscimento riguarda l'approccio ambientale e non la bellezza della spiaggia: in Italia purtroppo ci sono lidi meravigliosi in cui però non vengono soddisfatti certi criteri e ciò impedisce l'assegnazione di una Bandiera Blu!

I PARAMETRI DI GIUDIZIO

Ma quali sono i punti da tenere in considerazione per ottenere l'ambita bandiera? Ce lo dice il sito del programma internazionale.

CRITERI INTERNAZIONALI PER LE SPIAGGE

Educazione ambientale e formazione

  • Informazioni sul Programma Bandiera Blu ed altri eco-label FEE devono essere affisse
  • Un minimo di 5 attività di educazione ambientale devono essere offerte ogni anno.
  • Attività di educazione ambientale devono essere offerte e promosse ai bagnanti
  • Informazioni sulla qualità delle acque di balneazione devono essere affisse
  • Informazioni relative a ecosistemi locali, elementi naturali e siti culturali devono essere affisse
  • Mappa della spiaggia, con indicazione dei servizi, deve essere affissa
  • Codice di condotta relativo alla normativa vigente sull’uso della spiaggia e delle aree circostanti deve essere affisso

Qualità delle acque

  • La spiaggia deve rispettare pienamente i requisiti di campionamento e frequenza relativamente alla qualità delle acque di balneazione
  • La spiaggia deve rispettare pienamente gli standard ed i requisiti di analisi relativamente alla qualità delle acque di balneazione
  • Conformità alle Direttive sul trattamento delle acque reflue e sulla qualità delle acque di scarico. Nessuno scarico di acque reflue (urbane o industriali) deve interessare l’area della spiaggia
  • La spiaggia deve rispettare i requisiti di Bandiera Blu per i parametri microbiologici relativamente a Escherichia coli (Coliformi fecali) e agli Enterococchi intestinali (Streptococchi)
  • La spiaggia deve rispettare i requisiti di Bandiera Blu per parametri fisici e chimici (oli e materiale galleggiante)

Gestione ambientale

  • L’Autorità Locale / Operatore balneare dovrebbero istituire un Comitato di gestione della spiaggia
  • L’Autorità Locale / Operatore balneare devono rispettare tutte le normative relative alla ubicazione e al funzionamento della spiaggia
  • Le aree sensibili vicino ad una spiaggia Bandiera Blu devono essere gestite per garantire la conservazione e la biodiversità degli ecosistemi marini
  • La spiaggia deve essere pulita
  • Vegetazione algale o detriti naturali devono essere lasciati sulla spiaggia
  • Sulla spiaggia devono essere disponibili cestini per i rifiuti in numero adeguato che devono essere regolarmente mantenuti in ordine
  • Sulla spiaggia devono essere disponibili contenitori distinti per la raccolta differenziata
  • Sulla spiaggia deve essere presente un adeguato numero di servizi igienici o spogliatoi
  • I servizi igienici o spogliatoi devono essere mantenuti puliti
  • I servizi igienici o spogliatoi devono avere lo smaltimento controllato delle acque reflue. Le acque di scarico devono essere allacciate al sistema fognario o recapitate in contenitori a tenuta stagna da svuotare in maniera appropriata
  • Sulla spiaggia deve essere fatto rispettare il divieto di campeggio, di circolazione ad autoveicoli o motoveicoli e deve essere proibito ogni tipo di discarica
  • L’accesso in spiaggia di cani e di altri animali domestici deve essere strettamente controllato
  • Tutti gli edifici e le attrezzature della spiaggia devono essere mantenuti in buono stato
  • Gli habitat marini e lacustri presenti in prossimità della spiaggia devono essere monitorati
  • Mezzi di trasporto sostenibili devono essere promossi nell’area circostante la spiaggia

Servizi e sicurezza

  • Un numero adeguato di personale di salvataggio e/o attrezzature di salvataggio deve essere disponibile sulla spiaggia
  • L’equipaggiamento di primo soccorso deve essere disponibile sulla spiaggia
  • Piani di emergenza per i casi di inquinamento o rischio per la sicurezza ambientale devono essere predisposti
  • Deve essere prevista la gestione di diverse utenze e differenti usi della spiaggia in modo tale da prevenire conflitti e incidenti
  • Misure di sicurezza per la tutela dei bagnanti devono essere attuate e deve essere garantito libero accesso al pubblico
  • Una fonte di acqua potabile deve essere disponibile sulla spiaggia
  • Almeno una spiaggia Bandiera Blu per ogni Comune deve avere accesso e servizi per disabili fisici

Un bel po' di regole vero? E penate che c'è anche un'altra lista di criteri dedicata agli approdi turistici. Dopotutto se si vuole essere amici dell'ambiente bisogna essere rigorosi!