Donna Moderna
FocusJunior.it > Scienza > Ambiente > Che cos’è il clima?

Che cos’è il clima?

Stampa

Tutti ci dicono che il clima è cambiato, ma sappiamo davvero di cosa stiamo parlando? Scopriamolo con Focus Junior!

In questi mesi, complice anche l'incredibile impatto mediatico ottenuto dalla giovane Greta Thunberg, tutti stanno parlando del clima: il clima sta cambiando, il clima è impazzito, l'uomo ha modificato il clima ecc... Ma che cos'è il clima?

UNA DESCRIZIONE "STATISTICA"

Il clima è l'insieme degli elementi atmosferici (piogge, temperature ecc...) che si verificano in un territorio per un lungo periodo di tempo.

In altre parole la tipologia di clima si misura con una misurazione statistica effettuata su più anni: se ad esempio in una determinata zona si verifica un anno di piogge particolarmente abbondanti, questo potrebbe essere un caso straordinario determinato da alcune coincidenze atmosferiche. Se invece le piogge persistono ciclicamente per molti anni, allora si potrà parlare di clima piovoso!

Conoscere il clima di un territorio è fondamentale perché esso influisce in modo determinante sulla vita animale e vegetale di un luogo.

Leggi anche: Meteo e clima, la differenza da conoscere

QUALI ELEMENTI INFLUISCONO SUL CLIMA?

Gli elementi atmosferici che determinano il clima sono:

  • La temperatura, ossia la quantità di calore presente nell'aria a seconda delle varie stagioni.
  • L'umidità, ossia la quantità di vapore d'aria presente nell'aria.
  • Le precipitazioni, ossia la caduta al suolo di agenti atmosferici come pioggia, neve e grandine.
  • I venti, ossia le masse d'aria - sia calda che fredda - che si spostano sul territorio.

Tali elementi però sono a loro volta dettati dai fattori climatici come:

  • Latitudine, che indica la posizione geografica rispetto all'Equatore. Ovviamente più ci si avvicina all'Equatore, più farà caldo, visto che quelle come ricevono perpendicolarmente i raggi solari.
  • Altitudine, che indica la posizione del territorio rispetto al livello del mare.
  • Distanza dal mare, che mitiga le condizioni climatiche.
  • Presenza di catene montuose, che proteggono dai venti e da nuvole cariche di pioggia.

LE FASCE CLIMATICHE

Elementi atmosferici e fattori climatici determinano l'esistenza di alcune fasce climatiche, ossia ampie porzioni del pianeta (attraversano anche diversi continenti) con caratteristiche climatiche comuni.

Le principali sono:

  • Fascia tropicale: temperature elevate e piogge molto abbondanti nelle zone vicine all'Equatore. Savane, foreste tropicali e deserti rientrano in questa fascia.
  • Fascia temperata: estati calde, inverni freddi e precipitazioni diverse a seconda delle stagioni
  • Fascia polare: freddo e ghiacci perenni.

Ogni fascia è suddivisa poi in ulteriori climi (es: nella fascia tropicale convivono il clima desertico, quasi privo di piogge, e quello tropicale).

I "CLIMI" IN ITALIANI

Concentriamoci un po' sul nostro Belpaese.

Sebbene sia un paese piccolo e completamente "inglobato" nella fascia temperata" dell'emisfero boreale (a Nord dell'Equatore), anche l'Italia presenta diverse aree con caratteristiche climatiche diverse.

Da noi infatti i raggi solari giungono più o meno inclinati e quindi le estati sono generalmente calde e gli inverni non troppo freddi, ma in alcune zone la presenza di determinati fattori geografici modifica un po' il quadro complessivo.

  • Zona alpina: si estende a Nord del Paese, in corrispondenza con la catena montuosa delle Alpi. In questa aerea le estati sono brevi e fresche, mentre gli inverni sono più rigidi e lunghi. Piove spesso e nella stagione invernale le nevicate sono abbondanti. Qui si trovano anche le temperature più basse (si scende anche sotto i 20°C).
  • Zona padano-veneta: comincia subito dopo la zona alpina e abbraccia gran parte del Nord Italia e della pianura Padano-Veneta. Le estati sono molto calde (e afose) e gli inverni decisamente rigidi.
  • Zona appenninica: va dalla Pianura Padano-Veneta fino alla Calabria, attraversando la parte centrale dello Stivale. Sugli Appennini gli inverni sono freddi e le estate fresche, con copiose precipitazioni. All'interno di questa zona si possono distinguere ulteriormente l'area ligure tirrenica - molto ventilata e l'area adriatica, dove le estati caldi non sono però afose.