Donna Moderna
FocusJunior.it > Scienza > Ambiente > 5 Giugno, la Giornata Mondiale dell’Ambiente

5 Giugno, la Giornata Mondiale dell’Ambiente

Stampa
5 Giugno, la Giornata Mondiale dell’Ambiente

Il 5 giugno, è la giornata mondiale dell'ambiente (WED, World Environment Day). Di cosa si tratta? A cosa serve? Leggi per saperne di più!

Come ogni anno, il 5 giugno si celebra in tutto il mondo la Giornata Mondiale dell'Ambiente, un'evento internazionale che unisce i vari Paesi della Terra nello sforzo di preservare l'ecosistema naturale.

DI CHE SI TRATTA?

La Giornata Mondiale dell’Ambiente è stata istituita dall’Assemblea Generale dell’ONU nel 1972, a memoria della Conferenza di Stoccolma sull'Ambiente Umano nel corso della quale prese forma il Programma Ambiente delle Nazioni Unite (conosciuto con la sigla inglese UNEP, United Nations Environment Programme).

L'UNEP è un organismo internazionale che si è prefissa l'obiettivo di promuovere una seria tutela ambientale e l'utilizzo sostenibile delle risorse naturali, attraverso la sovvenzione di ricerche, iniziative a protezioni animali e piante, e progetti “verdi” che uniscano la produttività al rispetto per la Natura (Es: riduzioni di inquinamento nelle fabbriche e uso di materiali riciclabili).

IL TEMA 2020

In occasione della celebrazione del 5 giugno, gli organizzatori indicano ogni volta un tema principale e un Paese “icona” dove tenere i principali eventi: quest'anno il Paese ospite è la Colombia e i temi scelti - oltre all'immancabile focus su inquinamento atmosferico e il cambiamento climatico - è la biodiversità.

Con il motto Time for Nature, la Giornata Mondiale dell'Ambiente cerca dunque di riproporre all'attenzione internazionale l'annosa problema riguardante la tutela delle differenti forme di vita (animali e vegetali) che formano i vari ecosistemi del nostro pianeta. Ad oggi infatti, su un totale di circa 8,7 milioni di specie, circa un milione risulta a rischio estinzione per colpa della degradazione dei loro habitat.

Di questo passo l'equilibrio del pianeta potrebbe rompersi in modo irreparabile e la nostra stessa esistenza ne verrebbe seriamente danneggiata.

Nel nostro Paese, seppur condizionate dall'emergenza coronavirus, sono molte le iniziative che il 5 giugno aderiranno alla Giornata. L'Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale (ISPRA), ad esempio, dalle 10.30 alle 12.00 organizzerà una tavola rotonda dove il Ministro dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Sergio Costa, e il Ministro delle politiche agricole, alimentare e alimentari e forestali, Teresa Bellanova discuteranno insieme ai vertici di ISPRA ed esperti e tecnici di numerose istituzioni sulla necessità di stimolare iniziative per tutelare questo bene prezioso e d'informare sempre più cittadini riguardo alla crisi della biodiversità.

Per tutta la giornata del 5 giugno (dalle 0 alle 24), il Museo Nazionale del Cinema e CinemAmbiente caricheranno sul sito di quest'ultima la rassegna Movies for Nature, una maratona cinematografica composta da undici titoli che mostrano come nelle varie parti del globo l'azione umana abbia portato la Natura a dover drasticamente cambiare le sue regole.

Il cambiamento deve iniziare adesso!

 

ULTIME NEWS
Illusioni ottiche: chi le ha inventate?
Condividi
Perché gli aerei non cadono?
Condividi
Equinozio d’autunno: quand’é?
Condividi