Donna Moderna
FocusJunior.it > Scienza > Ambiente > 5 Giugno, la Giornata Mondiale per l’Ambiente

5 Giugno, la Giornata Mondiale per l’Ambiente

Stampa

Oggi, 5 giugno, è la giornata mondiale per l'ambiente (WED, World Environment Day). Di cosa si tratta? A cosa serve? Leggi per saperne di più!

Come ogni anno, il 5 giugno si celebra in tutto il mondo la Giornata Mondiale dell'Ambiente, un'evento internazionale che unisce i vari Paesi della Terra nello sforzo di preservare l'ecosistema naturale.

 

La Giornata Mondiale dell’Ambiente è stata istituita dall’Assemblea Generale dell’ONU nel 1972, a memoria della Conferenza di Stoccolma sull'Ambiente Umano nel corso della quale prese forma il Programma Ambiente delle Nazioni Unite (conosciuto con la sigla inglese UNEP, United Nations Environment Programme).

L'UNEP è un organismo internazionale che si è prefissa l'obiettivo di promuovere una seria tutela ambientale e l'utilizzo sostenibile delle risorse naturali, attraverso la sovvenzione di ricerche, iniziative a protezioni animali e piante, e progetti “verdi” che uniscano la produttività al rispetto per la Natura (Es: riduzioni di inquinamento nelle fabbriche e uso di materiali riciclabili).

In occasione della celebrazione del 5 giugno, gli organizzatori indicano ogni volta un tema principale e un Paese “icona” dove tenere i principali eventi: quest'anno toccherà all'Angola, paese africano fortemente colpito dalla caccia illegale di animali in via d'estinzione e particolarmente coinvolto nel tema del 2016, “Go for Wild”, che appunto focalizza l'attenzione sul rispetto della biodiversità e la tutela delle specie (animali e vegetali) maggiormente in pericolo.

Il bracconaggio, o “caccia di frodo”, è infatti una pericolosa pratica illegale che sta portando verso la scomparsa alcune tra le specie più importanti per l' eco-sistema dei territori più selvaggi (perlopiù in Africa ed Asia): rinoceronti, gorilla, tigri, leoni ed elefanti, ricercati per il pregiato avorio delle loro zanne e che L'Angola sta cercando di difendere e ripopolare.

Il problema legato all'estinzione però, non riguarda solo le savane o le giungle tropicali; oltre alla caccia, infatti, anche inquinamento e riduzione degli habitat stanno causando l'estinzione di molte specie che vivono a stretto contatto con gli esseri umani, come le farfalle.