Focus.it

FocusJunior.it

FocusJunior.itScienzaAmbiente5 consigli per rendere la tua vita green

5 consigli per rendere la tua vita green

Stampa
5 consigli per rendere la tua vita green
Getty Images

Scopri come tutti noi possiamo aiutare il nostro pianeta con semplici azioni quotidiane. Partecipa anche tu a questa avventura per un 2024 green!

Hai mai sentito parlare del People's Climate Vote? È un sondaggio realizzato dalle Nazioni Unite per capire cosa pensano le persone in tutto il mondo sul cambiamento climatico. E indovina un po'? Molte persone, inclusi ragazzi con meno di 18 anni, hanno detto che il cambiamento climatico è un'emergenza globale. Questo articolo, tratto da Science Alert e pubblicato su TheConversation, racconta come puoi contribuire a salvare il nostro pianeta. Il cambiamento climatico è una grande sfida, e tutti possiamo fare la nostra parte per combatterlo.

Nuovo anno + nuovi obiettivi = una vita più green

L'anno nuovo è un momento perfetto per pensare a come possiamo migliorare. Oltre ai soliti buoni propositi come essere più ordinati o finire i compiti prima di giocare, possiamo anche pensare a come aiutare il nostro pianeta. In che modo? Beh, Ian Williams, professore di Scienze Ambientali Applicate, e Alice Brock,  dottoranda in Scienze Ambientali all'Università di Southampton, nel loro articolo spiegano come essere più rispettosi verso l'ambiente.

Fare la differenza con piccoli passi

Il sondaggio delle Nazioni Unite ha coinvolto molte persone, anche quelle che di solito non partecipano ai sondaggi, come i ragazzi sotto i 18 anni. Questo ci mostra quanto sia importante per tutti,  il problema del cambiamento climatico. Molti di noi stanno cercando di adottare stili di vita più sostenibili, ma a volte non sappiamo da dove cominciare. Se vuoi fare la tua parte per rendere la tua vita più "green" nel 2024, ci sono molti cambiamenti semplici che puoi fare.

Ecco cinque consigli da cui iniziare per fare una grande differenza!

1. Mangiare

Ogni anno, nel mondo, buttiamo via un miliardo di tonnellate di cibo. Quest’enorme spreco genera spesso metano, un gas serra più potente dell’anidride carbonica. Tuttavia ci sono semplici cambiamenti da attuare per mangiare in modo più sostenibile (e anche a costi molte volte inferiori). Tali cambiamenti includono la scelta di prodotti locali e stagionali, oppure mangiare meno carne e più vegetali, soprattutto fagioli e verdure. I fagioli non richiedono l’uso di fertilizzanti azotati, grazie alla loro capacità di trasformare l’azoto dell’aria in sostanze nutritive.

Un buon inizio consisterebbe nel rinunciare alla carne almeno un giorno alla settimana. Mangiare “finte carni” lavorate può essere un bel trampolino verso uno stile di vita a base più green, anche se esse sono piuttosto costose. Pianificare in anticipo i pasti e mangiare gli avanzi ti aiuterà a ridurre gli inutili sprechi. E quando sia possibile, per cucinare usa un forno a microonde perché dal punto di vista energetico è più efficiente rispetto alla cottura sui fornelli. Certo, non puoi cambiare drasticamente i tuo stile di vita, inizia da quelli che sono migliori per te.

2. Viaggiare

Ognuno di noi ha bisogno di spostarsi, che sia per il lavoro, per la scuola, per l’università o anche solo per fare la spesa. È quindi opportuno ed equilibrato cercare di viaggiare in modo sostenibile. Ad esempio attraverso uno "spostamento attivo" come camminare e andare in bicicletta, scelte che mantengono in forma e in più, senza produrre emissioni di carbonio. Per iniziare prova a sostituire uno o due viaggi in auto alla settimana con uno spostamento attivo. Nelle aree urbane, dove si percorrono distanze più brevi, lo spostamento attivo è spesso anche più veloce e soprattutto più economico rispetto all’utilizzo dell’automobile. Inoltre riduce la congestione del traffico, che è una delle cause più significative dell’inquinamento atmosferico. Se devi affrontare dei viaggi lunghi, invece, usa il treno o l’autobus, perché sono più ecologici dell’auto o dell’aereo, sebbene tu li debba programmare con largo anticipo per ottenere i biglietti a un prezzo più economico.

3. Consumo di energia

L’energia che consumiamo per le nostre abitazioni sta diventando sempre più cara e contribuisce in maniera importante alle emissioni di gas serra. Fare dei piccoli cambiamenti nei nostri consumi quotidiani di energia può fare la differenza, sia per le bollette che per le emissioni domestiche. La gran parte di queste modifiche sono facili e convenienti. Iniziamo con le cose più opportune da fare. Spegni le luci quando abbandoni una stanza. Cuoci il cibo con il coperchio della casseruola. Abbassa il termostato di casa di un grado. Lava i vestiti e le stoviglie a temperature più fredde. Fai docce brevi. Scollega dispositivi come il forno a microonde o il caricabatterie del telefono quando non li usi. Sostituisci le lampadine alogene rotte con versioni Led più efficienti. L’uso dei dati registrati da un “contatore intelligente” (se ne hai uno) per monitorare il consumo energetico ti può aiutare ad apportare queste modifiche.

4. Vestiario

Molte persone amano comprare vestiti nuovi. Ma il fast fashion ha un costo ambientale e sociale molto alto. L’industria della moda genera ogni anno 92 milioni di tonnellate di rifiuti, gran parte dei quali vengono inceneriti, mandati in discarica o esportati nei Paesi in via di sviluppo. Tuttavia esistono tanti modi per essere alla moda e sostenibili. Se organizzi il tuo guardaroba prima di fare acquisti, puoi sapere cosa hai già e cosa invece non hai. Non buttare via i vestiti danneggiati, ma impara a ripararli anche servendoti dei video su YouTube che insegnano appunto a riparare vestiti e accessori. Puoi approfittarne così per personalizzare i tuoi vestiti, magari utilizzando metodi di riparazione come le “cuciture Sashiko”, che rendono la riparazione stessa la caratteristica più importante dei tuoi vestiti. Altre cose che ti faranno risparmiare denaro (con conseguenti vantaggi sociali e ambientali) sono l’acquisto di indumenti di seconda mano e in vendite al dettaglio realizzate per beneficenza. Oppure scambia i vestiti che non vuoi più con i tuoi amici o familiari oppure nei “negozi di scambio”. Come alternativa, è possibile acquistare meno vestiti ma di qualità superiore, articoli che durano più a lungo e in ottime condizioni.

5. Gestione dei rifiuti

Ogni anno in tutto il mondo generiamo più di 2 miliardi di rifiuti solidi urbani. Andando di questo passo tale cifra, secondo le previsioni, aumenterà del 70% entro il 2050. Ma dei piccoli cambiamenti possono ridurre la quantità di rifiuti che finiscono nei nostri cestini. È importante scrivere una lista della spesa e attenersi a quella, evitando l’eccesso di acquisti e compere fatte d’impulso. Quando fai acquisti, porta con te borse riutilizzabili e acquista possibilmente senza imballaggi. Sono molti i posti in cui si può acquistare senza imballaggi in eccesso, come ad esempio i negozi a rifiuti zero in cui i clienti vengono incoraggiati ad utilizzare i contenitori di casa da riempire con alimenti integrali sfusi. Assicurati di sapere cosa puoi riciclare localmente e segui i consigli. La riduzione di ogni spreco permette di risparmiare preziose risorse e di ridurre sia l’inquinamento che la spesa settimanale. Con questi piccoli cambiamenti nel nostro stile di vita, possiamo muoverci tutti insieme verso un futuro più sostenibile.

CATEGORY: 1