Donna Moderna
FocusJunior.it > Scienza > I 5 errori “scientifici” di Star Wars!

I 5 errori “scientifici” di Star Wars!

Stampa
I 5 errori “scientifici” di Star Wars!
Ipa-agency

La saga di Guerre Stellari ci ha proiettati in un mondo futuristico di navi spaziali e combattimenti mozzafiato: ma in alcuni casi la fantasia ha prevalso sulle leggi della fisica...

Alieni parlanti, cavalieri Jedi con poteri mentali e astronavi in grado di distruggere interi pianeti: la saga di Star Wars è infarcita di elementi ai limiti del reale (e probabilmente è quello il segreto del suo successo)  ma alcuni errori sono un vero affronto alle leggi della Fisica!

Certo, lo sappiamo, stiamo parlando di un universo di fantasia, ma il mondo di Guerre Stellari ha influenzato così tanto l'immaginario collettivo che forse è bene sottolineare alcuni aspetti tipici dei film di George Lucas che sicuramente NON potrebbero mai trovare posto nella nostra realtà.
I 5 errori...stellari!

Le spade laser


Le mitiche armi di Jedi e Sith sono tra gli elementi più iconici e spettacolari dell'intera saga: eleganti, letali...E anche impossibili da realizzare!

La lama lucente della spada laser infatti non potrebbe essere visibile in assenza di fumi o altri elementi in grado di "sporcare" l'aria. Noi potremmo vedere solo il punto in cui il laser si scontrerebbe su una base solida.

Il problema potrebbe essere risolto ponendo uno specchio riflettente all'estremità della spada per contenere il raggio, ma questo renderebbe impossibili quei duelli che tanto ci piacciono!

Quindi no, niente sciabolate laser per noi...


Le esplosioni


Nei vari film vediamo continuamente navi da battaglia che prendono fuoco ed esplodono nelle profondità dello spazio. Ebbene anche tutto questo, per quanto bello da vedere e immaginare, non potrà mai accadere.

Le fiamme infatti necessitano di ossigeno per alimentarsi e nello spazio questo elemento tanto prezioso scarseggia decisamente! Qualche piccola fiammellina potrebbe forse scaturire nel caso in cui l'astronave colpita fosse piena di gas, ma anche in questo caso, l'esplosione sarebbe di brevissima durata.

I suoni


Lo stesso principio rende impossibile anche tutti quei bellissimi effetti sonori che riecheggiano durante i voli delle navicelle: il suono è una vibrazione che non può propagarsi nel vuoto del cosmo.

Quindi anche se la Morte Nera fosse esplosa davanti ai nostri occhi, noi non avremmo dovuto sentire nemmeno un sibilo!


Le navi


Sono astronavi o navi da crociera? Nessuno indossa tute spaziali protettive, i passeggeri non fluttuano per l'assenza di gravità e non c'è mai alcuna preoccupazione per il freddo siderale che dovrebbe attanagliare ogni velivolo a spasso per l'universo.

Inoltre le navi mostrate nei film hanno forme e dimensioni totalmente inadatte a certi tipi di spostamento.
Però sono meravigliose, quindi chiudiamo un occhio!

Altri pianeti


Pianeta che vai, aria che trovi. Ma non in Star Wars!

Nella "galassia lontana, lontana" infatti, sembra che ogni pianeta abbia la medesima atmosfera visto che nonostante la moltitudine di esseri viventi e mondi che si susseguono nel corso dei film, nessuno si prende mai la briga di indossare un casco o un respiratore!



Nella realtà invece, le differenze ci sono eccome, e non solo per quanto riguarda l'aria respirabile: ogni pianeta possiede forze di gravità e pressione diverse e se non affrontate correttamente, esse potrebbero portare alla morte di un organismo "alieno" nel giro di qualche minuto!