Donna Moderna
FocusJunior.it > Scienza > 12 giugno | Giornata mondiale contro il lavoro minorile

12 giugno | Giornata mondiale contro il lavoro minorile

Stampa

Il 12 giugno è la Giornata mondiale contro il lavoro minorile. Qual è il tema del 2015? Quanti bambini lavorano nel mondo? Cosa si può fare per regalare ai bambini un'infanzia di gioco e non di lavoro? Leggi questo articolo.

La scuola è finita da qualche giorno appena, e molti di voi già pensano alle vacanze. Eppure, nel mondo,  ci sono milioni di bambini che, invece di giocare o studiare, sono costretti a lavorare. E si tratta quasi sempre di lavori duri e pericolosi!   In loro difesa, e per permettere loro di avere un'infanzia giocosa e serena, è stata istituita la  Giornata Mondiale contro il Lavoro Minorile .
Nel 2010, la comunità internazionale ha adottato una  tabella di marcia per eliminare le peggiori forme di lavoro minorile entro il 2016: manca solo un anno, a che punto siamo?

 

120 milioni di piccoli lavoratori

Purtroppo la strada (o meglio la marcia) da fare è ancora lunga: secondo l’ultimo rapporto globale dell’ ILO (International Labour Organization) nel mondo, sono ancora ben 120 milioni i bambini tra i 5 e i 14 anni che lavorano!
I bambini che lavorano non ricevono un'istruzione e una formazione adeguata e,  come se non bastasse, il  loro lavoro prematuro non aumenta il loro benessere bensì la povertà. La stessa povertà che ha spinto i loro genitori a mandarli a lavorare. 

Un bambino vietnamita lavora in una bottega artigiana.
L'obiettivo della  Giornata Mondiale contro il Lavoro Minorile   è far sì che venga stabilita un'età minima per l'ingresso nel mondo del lavoro: 15 anni, normalmente, oppure 14 nei paesi particolarmente poveri.  
Quest'anno, il tema della  Giornata mondiale contro il lavoro minorile è l’importanza dell’istruzione di qualità per lottare efficacemente contro il lavoro minorile.
In questa giornata ci si batterà per spingere tutti i Paesi a mettere in pratica interventi per  l’istruzione gratuita, obbligatoria e di qualità per tutti i bambini, almeno fino all’età minima per poter cominciare a lavorare. Saranno messi in pratica  più energie per aumentare l’efficacia degli interventi che i vari Paesi fanno nei confronti del lavoro minorile. Infine saranno verrà fatta pressione affinché i bambini possano avere, nei vari Stati, un' istruzione di qualità, e affinché i loro insegnanti possano guadagnare il giusto.

 

La Convenzione sui diritti dell'infanzia

Un altro punto importante della  Giornata mondiale contro il lavoro minorile  è l'applicazione  della  Convenzione sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza  delle Nazioni Unite, in cui si riconosce "il diritto del fanciullo di essere protetto contro lo sfruttamento economico e di non essere costretto ad alcun lavoro che comporti rischi o sia suscettibile di porre a repentaglio la sua educazione o di nuocere alla sua salute o al suo sviluppo fisico, mentale, spirituale, morale o sociale". 

SCOPRI QUI QUALI SONO I DIRITTI INVIOLABILI DEI BAMBINI!

Per cui, almeno il 12 giugno, che è la  Giornata mondiale contro il lavoro minorile ,  provate a pensare ai bambini che non hanno avuto la vostra stessa fortuna di focusini nati in Italia. Pensate a cosa possiamo fare, assieme, per consentire a tutti di avere un'infanzia serena!