Focus.it

FocusJunior.it

FocusJunior.itNewsTelefono Azzurro spiega i rischi dei social per gli adolescenti

Telefono Azzurro spiega i rischi dei social per gli adolescenti

Stampa
Telefono Azzurro spiega i rischi dei social per gli adolescenti
Shutterstock

Telefono Azzurro presenta il suo report 2023 che spiega il rapporto dei giovani con internet, i social, il gaming e i servizi di messaggistica. È l'occasione per te di riflettere ai contenuti che vedi e condividi ogni giorno!

I tuoi genitori e i tuoi insegnanti te l’avranno ripetuto tante volte: internet può essere un luogo pericoloso. Ma tu non ci hai creduto, pensi che gli adulti siano vecchi, antiquati, che non capiscano come va il mondo. È normale, anche i grandi l’hanno pensato, da piccoli! Ma forse adesso c’è qualcosa della rete, dei social, che ti mette a disagio o addirittura ti spaventa: sappi che non sei solo/a, e che puoi affidarti al Telefono Azzurro. Continua a leggere per scoprire quali situazioni possono essere considerate a rischio e come uscirne (anche senza coinvolgere i tuoi genitori).

Telefono Azzurro presenta il rapporto 2023

Telefono Azzurro esiste dal 1987 e ha sempre avuto lo scopo di difendere i diritti dell’infanzia, in particolare offrendo una linea telefonica a cui bambini e ragazzi potessero rivolgersi per trovare sostegno, foss'anche soltanto psicologico. La Onlus ha presentato il suo report annuale in occasione del Safer Internet Day, che ha mostrato dati che forse ti stupiranno. Un adolescente su due, infatti, nell’ultimo anno si è trovato di fronte a contenuti inappropriati. Questi contenuti sono nel 68% dei casi di tipo violento, mentre il 59% corrisponde a materiale pornografico. Il report, intitolato “Tra realtà e Metaverso. Adolescenti e genitori nel mondo digitale”, è stato illustrato durante la Giornata Mondiale dedicata all'uso consapevole e responsabile di Internet.

Di cosa si è discusso durante la due giorni di Safer Internet Day

Milano e Roma sono state protagoniste del Safer Internet Day per due giorni, il 6 e 7 febbraio 2023, durante i quali Fondazione S.O.S. – il Telefono Azzurro Onlus ha dialogato con interlocutori pubblici e privati su scenari, sfide e opportunità del mondo digitale e di come questo entri sempre più a far parte della vita dei più giovani. La due giorni è stata anche l’occasione per riflettere sul report elaborato da Telefono Azzurro in collaborazione con Doxa Kids. Ecco alcuni dei temi affrontati.

Screening time: il tempo passato davanti allo schermo

L’analisi è il risultato delle interviste fatte a genitori di ragazzi e ragazze tra i 12 e i 18 anni e forse potrai riconoscerti anche tu nei dati che sono emersi. Secondo le interviste, la metà degli adolescenti passerebbero in media tre ore al giorno sui social e chattando, mentre il 14% ne passerebbe tra le quattro e le sei, il 4% più di sei ore e il 3% sarebbe addirittura sempre connesso. Apparentemente, sono le femmine a passare più tempo sui social e in chat.

Ti sei mai sentito/a dire che passi troppo tempo davanti a uno schermo? Beh, non sei l’unico/a. A quanto pare, dice lo stesso il 64% degli intervistati, e ben il 38% di loro è consapevole di trascorrere troppo tempo sui social o chattando. E questo non è senza conseguenze: il report testimonia come all’aumento del tempo trascorso online aumentino anche malesseri come difficoltà ad addormentarsi e ansia. E se hai provato a staccarti dal telefono ma vai nel panico, anche qui sei in buona compagnia: per il 34% degli intervistati è lo stesso!

Ecostistemi digitali: come online e offline convivono

Se giochi online, avrai già detto ai tuoi genitori che farlo ti permette di fare nuove amicizie e di sviluppare determinate capacità. Oppure, ti sarai giustificato/a per il tempo passato allo smartphone dicendo che è un ottimo modo per comunicare con gli amici.

Se è vero che le attività online, anche il gaming, possono avere dei risvolti positivi, attenzione: se sei tra il 29% degli adolescenti che resta connesso fino a tarda notte almeno una volta a settimana, questo potrebbe avere conseguenze sulla qualità del tuo sonno. Inoltre, se il gaming ti permette di fare nuove amicizie e condividere interessi, è anche vero che è facile imbattersi in comportamenti discriminanti e di esclusione, o che possono mettorti a disagio anche se rivolti ad altri gamer.

I rischi del mondo digitale

L’analisi di Telefono Azzurro si sofferma anche sui rischi del mondo digitale: sì, quelli che ti ripetono sempre i tuoi genitori e probabilmente anche i tuoi insegnanti e che te li fanno sembrare tanto noiosi! Ma stando alle interviste, il 65% dei giovani è consapevole del rischio di essere contattati da adulti estranei, mentre per altri è molto alto il rischio di bullismo online, di oversharing dei dati personali, di incappare in contenuti violenti o sessualmente espliciti. Il 36% è consapevole del rischio di inviare contenuti di cui poi ci si potrebbe pentire… Tu ci hai mai pensato?

Il rischio non è soltanto nelle chat o nei giochi online, ma anche sui social: puoi incappare in scene e immagini violente, in contenuti triggeranti che parlano di suicidio, disturbi alimentari, o ancora in razzismo, incitamento all’odio o gioco d’azzardo. Come ti senti, quando ti capita?

Cosa fare se sei vittima di cyberbullismo o vedi contenuti inappropriati

Se è già accaduto di incappare in contenuti o comportamenti che ti hanno turbato, parlane subito coi tuoi genitori. Se pensi che i tuoi genitori non siano il miglior interlocutore, o ti vergogni, ti senti in colpa, puoi contattare proprio Telefono Azzurro: farlo è semplicissimo, basta andare sul loro sito, scegliere la tua fascia di età (6-12 oppure 14-18 anni) e contattarli al telefono (19696), in chat o per mail. Saranno pronti ad ascoltarti e consigliarti, senza giudizi o rimproveri. E se per caso sei incappato/a in un contenuto che desideri segnalare, o vuoi un consiglio perché sei a conoscenza di un problema che colpisce un tuo amico o una tua amica, non esitare a metterti in contatto col Telefono Azzurro e raccontarlo.

Telefono Azzurro si occupa da più di 35 anni di tutelare i diritti dei minorenni. L’avvento di internet apre le porte a molti più rischi e non devi essere solo/a ad affrontarli. Se hai qualche dubbio, contattali subito, sono disponibili 7 giorni su 7, 24 ore su 24!

E se vuoi leggere tutto il report – che contiene anche interessanti approfondimenti sul cyberbullismo e altri temi – oppure vuoi condividerlo coi tuoi genitori o la tua classe, lo trovi sempre sul sito di Telefono Azzurro.

ULTIME NEWS
CATEGORY: 1