Focus.it

FocusJunior.it

FocusJunior.itNewsLibriRoald Dahl, tutto sullo scrittore di libri “magici” per ragazzi

Roald Dahl, tutto sullo scrittore di libri “magici” per ragazzi

Stampa
Roald Dahl, tutto sullo scrittore di libri “magici” per ragazzi
Getty Images

Il 13 settembre del 1916, 107 anni fa nasce in Galles colui che sarebbe diventato uno dei più grandi scrittori per l’infanzia di tutti i temi: Roald Dahl.

Infanzia e istruzione del piccolo Roald

I suoi genitori sono norvegesi ma alle fine del 1800 si trasferiscono in Inghilterra, dove il piccolo Roald, a cui viene dato il nome del grande esploratore scandinavo Roald Amudsen, cresce e studia. Terminato il liceo decide di non iscriversi all’università ma di iniziare subito a lavorare in una compagnia che si occupa di gas e petrolio in quello che allora era l’enorme Impero Britannico, in questo modo Dahl può viaggiare e visitare e vivere in numerosi paesi.

roald dahl
Getty Images
Credits: Getty Images

Aeronautica e spionaggio

Allo scoppio della Seconda Guerra Mondiale, nel 1939, Roald si arruola nella Royal Air Force (RAF), ovvero l’aeronautica militare britannica, e, rapidamente, diventa tenente pilota. Come ufficiale compie numerose missioni tra il Kenya, la Libia e la Grecia. Purtroppo però, in seguito a un grave incidente, è costretto ad abbandonare i voli e la vita nell’aeronautica per dedicarsi a compiti più “defilati”: viene infatti inviato dalla RAF all’ambasciata inglese a Washington per svolgere un lavoro nientemeno che di spionaggio!

James e la pesca gigante: il primo romanzo di successo!

Le sue avventure in aeroplano gli sono d’ispirazione per cominciare a scrivere romanzi rivolti ai ragazzi, anche se il primo libro con cui ha davvero successo è James e la pesca gigante, pubblicato nel 1961. È la storia di James, un ragazzo che rimasto orfano in seguito a un particolare incidente è costretto a vivere con due cattivissime zie che lo maltrattano; i numerosi personaggi che incontra e le mille peripezie in cui incappa lo aiuteranno a sfuggire alle angherie delle parenti e a essere finalmente libero.

Mondi magici e protagonisti speciali

I romanzi di Roald Dahl sono pieni di magia e i protagonisti delle sue storie sono bambini e bambine che si ritrovano ad avere a che fare con genitori, nonne e zii che invece di proteggerli non solo non li supportano in alcun modo ma spesso li sottopongono a fantasiose e gratuite cattiverie. Grazie a espedienti fantastici, aiutanti straordinari ed eventi spettacolari i piccoli però riescono sempre ad affrontare i problemi della quotidianità e a concludere le loro storie con un lieto fine.

L’incontro col cinema

I racconti e le avventure di Dahl si prestano molto bene al cinema: numerosi sono infatti gli adattamenti cinematografici delle sue opere. Tra i più famosi c’è sicuramente La fabbrica di cioccolato del 2005 del regista Tim Burton, tratto dall’omonimo libro; a interpretare il mitico Willy Wonka, il proprietario della fabbrica, è l’attore americano Johnny Depp in uno dei suoi ruoli più riusciti e famosi.

Wonka: il prossimo film con Timothée Chalamet

Sempre a proposito de La fabbrica di cioccolato e del suo particolare protagonista Willy Wonka, proprio quest’anno uscirà nelle sale un prequel della storia che racconta come il giovane Willy sia diventato un personaggio importante e sia riuscito ad aprire la famosa fabbrica. L’uscita del film Wonka, diretto da Paul King, è prevista nelle sale italiane per il 14 dicembre, questa volta a interpretare il re del cioccolato sarà il giovane Timothée Chalamet.

Wes Anderson e Roald Dahl

A partire dal 14 ottobre sarà disponibile su Netflix l’ultimo film del regista americano Wes Anderson, famoso per il suo stile riconoscibilissimo, il gusto per i dettagli e i colori pastello. Si tratta di un mediometraggio che Anderson ha presentato alla Mostra del Cinema di Venezia durante quest’ultima edizione: La meravigliosa storia di Henry Sugar è un adattamento dell’omonimo racconto di Dahl presente nella raccolta Un gioco da ragazzi e altre storie, pubblicata nel 1977.

Fantastic Mr. Fox!

Il regista texano si è già precedentemente cimentato in una meravigliosa trasposizione di uno dei più bei romanzi di Dahl: Furbo il signor volpe!. Il film del 2009, distribuito col nome originale Fantastic Mr. Fox!, ha avuto un enorme successo e anche grazie alla sua fedeltà al racconto ha conquistato grandi e bambini.

Roald Dahl story day: festeggiamo insieme il compleanno di Roald!

I personaggi e i racconti di Roald Dahl hanno accompagnato e fatto sognare generazioni di giovani lettori e lettrici; per celebrare e ricordare l’autore scomparso nel 1990 il giorno del suo compleanno la Roald Dahl Story Company organizza tutti gli anni il Roald Dahl story day, una giornata dedicata alle storie e ai mondi creati dallo scrittore gallese.

Come prendere parte all’iniziativa della Roald Dahl Story Company

Sul sito dell’associazione si possono trovare diverse attività e giochi da scaricare per divertirsi a casa e rileggere insieme questi classici; purtroppo o per fortuna tutto il materiale si trova solamente in inglese: potrebbe essere un ottimo modo per esercitarsi un po’ e divertirsi in un’altra lingua!

Censura dei racconti nell’ultimo periodo

Il rapporto del pubblico con le opere dell’autore non è stato sempre d’amore: all’inizio del 2023 la casa editrice inglese che ha sempre pubblicato i suoi romanzi ha deciso di applicare una forte censura ai racconti e di cambiare alcune parti del testo ritenuti sconvenienti. Anche nella traduzione italiana molti passaggi sono stati riportati diversamente dall’originale.

Le streghe: un caso di censura

I passi modificati sono stati considerati dagli editori come irrispettosi nei confronti delle donne o di poca sensibilità rispetto a diversità fisiche. Ne Le streghe, ad esempio, nonostante la figura della nonna del protagonista sia importante e descritta come una donna molto forte, le streghe, antagoniste per eccellenza nel racconto, sono dipinte in maniera molto riduttiva e grottesca tanto da rendere un’immagine femminile particolarmente negativa.

Roald Dahl: un uomo di un altro secolo

Questa azione di censura ha aperto immediatamente un fitto dibattito: chi decide di togliere alcuni dettagli lo fa perché crede che questi possano urtare la sensibilità dei lettori e diano un messaggio sbagliato ai più piccoli. È però sempre importante ricordare che Roald Dahl non è un uomo del nostro tempo e che la nostra sensibilità è ben diversa dalla sua.

 

CATEGORY: 1