Donna Moderna
FocusJunior.it > News > Racconti di Natale dei focusini | La magia del Natale

Racconti di Natale dei focusini | La magia del Natale

Stampa

C'era una volta, tanto tempo fa, una ragazza di nome Rebecca che... leggi il racconto di Natale "La magia del Natale" scritto dalla focusina Koala01!

Era un lunedì molto freddo di tanto tanto tempo fa, in un paese sperduto dove gli abitanti di uscivano solo per andare al lavoro.

In questo paese abitava una ragazza di nome Rebecca che viveva con la matrigna e con una sorellastra perché, purtroppo, il buon padre era morto.

 

La matrigna non era buona con la povera fanciulla: la faceva lavorare. Di giorno Rebecca puliva e di notte tesseva bamboline, tappeti e roba simile che durante il giorno la matrigna vendeva per arricchirsi.

 

Nello stesso paese viveva un vecchio che tutti giudicavano male perché non l’avevano mai conosciuto e usciva di casa solo per fare compere e andare in biblioteca. Chi aveva fatto in tempo a parlarci, invece, si era accorto che era molto saggio.

Rebecca, stanca di come era trattata a casa, decise di recarsi in biblioteca e chiedere consiglio al vecchio.
Il vecchio ascoltò con molta attenzione le sue parole e le disse di attendere tre giorni.

 

Passati i tre giorni la fanciulla tornò da lui, ma le rispose che doveva attendere altri tre giorni, molto pazientemente la ragazza tornò a casa e dopo tre giorni tornò dal vecchio.

 

E un'altra volta le rispose di attendere altri tre giorni, Rebecca ormai spazientita disse: "È inutile che aspetti tutti questi giorni, perché non mi può aiutare?".
E il vecchio ribadì: "Per favore, sii paziente, attendi gli ultimi tre giorni”.
Rebecca annuì e se ne tornò a casa.Quella notte andò a dormire e si svegliò stranamente riposata.  Il mattino seguente andò in cucina per accendere il camino e vi trovò dentro un sacco pieno zeppo di monete d’oro.

Rebecca non riuscì a trattenersi dalle urla di gioia ma cercò di calmarsi per non svegliare la matrigna che, stranamente, non era passata a ritirare le bamboline da vendere.
La mattina dopo ancora, la fanciulla trovò sotto il camino un altro sacco di monete d’oro e ne fu doppiamente felice.Il terzo mattino trovò un altro sacco e ne fu felice il triplo.

 

Era il giorno di Natale! Da quel giorno Rebecca ebbe i soldi per lasciare la casa della matrigna e acquistarne una nuova tutta sua e per il suo "principe azzurro" da lei sempre sognato. Cercò per giorni di contattare il vecchio per ringraziarlo. Ma non lo trovò da nessuna parte. 

"Che fine avrò fatto il vecchietto?" vi chiederete voi. Non si sa. Ma di una cosa siamo sicuri chela magia del natale riserva, e riserverà, tante sorprese.
Rebecca visse per sempre felice e contenta e in cuor suo ringraziò sempre il buon vecchietto che l’aveva tanto aiutata.