Categories: NewsNews e curiosità

Quiz: quali sono le origini di questa parola?

Un quiz televisivo, un quiz a premi, un concorso a quiz, l’esame a quiz (come per la patente), il quiz di matematica. Sarebbero molti altri gli esempi in cui troviamo la parola quiz. C’era anche una canzone, negli anni ‘80, che recitava “sì, la vita è tutta un quiz” (di Renzo Arbore), nel senso che la vita è un enigma, qualcosa difficile da capire, una sorta di matassa difficile da districare. Ma qual è l’origine della parola “quiz”, che tra le altre cose così si dice in molte lingue del mondo?

Tutto partì nel ‘700 da una persona eccentrica…

Ebbene, a quanto pare tutto risalirebbe agli Stati Uniti, nel ‘700. Nella lingua inglese d’America, infatti, la troviamo per la prima volta nel 1782 per contraddistinguere un tipo strano, originale, un eccentrico, una persona bizzarra. Si dice anche oggi di chi si veste in un modo particolare, o di chi si comporta o muove in un modo tutto suo, o anche di chi pensa in modo del tutto personale. Tuttavia 25 anni dopo, nel 1807, per la prima volta la parola quiz viene usata nel suo significato attuale: indovinello, quesito.

La relazione tra le due cose pare essere chiara ed è la seguente: comunemente, un tipo eccentrico è diverso dalla norma e quindi “difficile da capire”, difficile da essere compreso. Almeno per la massa. Una sorta di “rebus”, parola di origine latina che spesso viene associata a “quiz” ma che, pur essendo sinonimo in certi usi figurativi, significa altro. La parola “quiz”, nella sua accezione attuale, significa “domanda, quesito, indovinello, enigma, rompicapo”.

Ma da dove deriva la parola “quiz”?

Secondo alcuni dal latino, secondo molti dall’inglese stesso. Secondo alcuni linguisti deriva dal pronome interrogativo latino “quis”, che significa “chi?”. Secondo molti altri, invece, sarebbe l’abbreviazione della parola inglese “inquisition” (inquisizione, ricerca, ecc.). Esiste poi una sorta di antica leggenda metropolitana secondo cui la parola “quiz” non avrebbe alcun etimo perché senza senso, inventata lì per lì.

Tale leggenda narra che un impresario teatrale di Dublino, per scommessa, avrebbe dovuto introdurre nella propria città, in sole 24 ore, una parola nuova e senza senso. L’uomo scrisse su alcuni muri della città, di notte e con vernice rossa, la parola “quiz”. Cosicché molti, il giorno dopo, si chiesero cosa significasse. E da lì l’uso di tale parola si sarebbe diffuso praticamente ovunque. Al di là dei racconti e delle leggende metropolitane, che possono anche conservare un fondo di verità e in tutta sincerità sono amene da leggere e da ascoltare, l’ipotesi più plausibile secondo gli studiosi è che quiz sia appunto l’abbreviazione della parola inglese “inquisition”.

FONTI:  Treccani, il portale del sapere

Share
Published by
Stella Tortora

Recent Posts

È stata trovata una mummia ricoperta di foglie d’oro

A Saqqara, in Egitto, gli archeologi hanno scoperto una tomba contenente una mummia ricoperta di…

2 febbraio 2023

Carnevale: le origini della festa più matta dell’anno

Come nasce Carnevale? Quando si festeggia? Perché cambia data? Per quale motivo ci si traveste…

1 febbraio 2023

Privacy, come proteggere i dati personali

È vero che la Internet e le app ci rubano le password? Come possiamo proteggere…

1 febbraio 2023

3 febbraio, San Biagio: perché si mangia il panettone?

San Biagio è molto conosciuto in molte parti d'Italia e viene festeggiato il 3 febbraio…

1 febbraio 2023

Come fare una maschera di Carnevale da un contenitore per le uova

Prendi un contenitore delle uova e crea la tua maschera di Carnevale.

1 febbraio 2023

Mangiatoia per gli uccellini – Laboratorio di riciclo

Che cosa serve: una bottiglia di plastica, un gancio di ferro a vite, uno spago…

31 gennaio 2023
Loading