Donna Moderna
FocusJunior.it > News > Cosa fa il Presidente del Consiglio? Tutto quello che c’è da sapere

Cosa fa il Presidente del Consiglio? Tutto quello che c’è da sapere

Stampa
Cosa fa il Presidente del Consiglio? Tutto quello che c’è da sapere
Ipa-agency

Il Presidente del Consiglio è una delle figure più importanti del nostro sistema politico e viene nominato dal Presidente della Repubblica. Sai quali sono i suoi compiti? Scopriamoli insieme...

Il presidente del Consiglio dei Ministri viene nominato dal Presidente della Repubblica, solitamente tra i leader del partito o dei partiti che hanno vinto le elezioni.

Questa è la prassi, ma non è sempre così, a volte infatti infatti il capo dello Stato può indicare una personalità importante della vita del Paese o scegliere qualcuno anche in assenza di elezioni. Ciò avviene ad esempio quando, in seguito a una crisi di governo, non c’è più la fiducia del Parlamento e occorre formare un nuovo governo. Oppure in caso di dimissioni del premier, come è avvenuto nel caso di Enrico Letta, che  a febbraio 2014 ha lasciato il posto al premier Matteo Renzi.

LA FUNZIONE DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO

La funzione del presidente del Consiglio è determinata dall’articolo 95 della Costituzione: «dirige la politica generale del governo e ne è responsabile. Mantiene l'unità di indirizzo politico ed amministrativo, promuovendo e coordinando l'attività dei ministri».

Come massimo responsabile del Governo il presidente del Consiglio rappresenta il potere esecutivo, nel senso che applica le leggi; mentre il Parlamento, che detiene il potere legislativo, fa le leggi e infine la magistratura si occupa di farle rispettare (potere giudiziario).

Insieme ai ministri, il presidente del consiglio ha il compito di far rispettare l’ordine e le leggi gestendo le forze di polizia e gli istituti penitenziari, guidare la politica estera dello Stato, gestire e controllare la pubblica amministrazione e i servizi pubblici come sanità o scuola.

È il Presidente del Consiglio a indicare al Presidente della Repubblica la lista dei ministri da nominare, ed è sempre lui che controfirma tutte le leggi approvate dal Parlamento dopo che sono state firmate dal Presidente della Repubblica.

GUIDA, CONTROLLORE E VIGILE

In particolare, il Presidente del Consiglio:

  • adotta le direttive per assicurare l’imparzialità, il buon funzionamento degli uffici pubblici e promuove le verifiche necessarie;
  • promuove l’azione dei Ministri per assicurare che le aziende e gli enti pubblici svolgano la loro attività secondo gli obiettivi indicati dalle leggi e in coerenza con gli indirizzi politici del Governo;
  • esercita il controllo e la vigilanza sui servizi segreti, ossia le agenzie incaricate di raccogliere e gestire informazioni segrete per ala difesa della sicurezza dello Stato;
  • presenta al Parlamento i disegni di legge di iniziativa governativa (anche il governo può presentare proposte di legge);
  • può istituire particolari Comitati di Ministri, con il compito di esaminare  questioni di comune competenza e di esprimere parere sull’attività del Governo e su problemi di rilevante importanza;
  • può sospendere l’adozione di atti dei Ministri competenti per ragioni politiche e amministrative.

Dalla nascita della Repubblica, nel 1946, l’Italia ha avuto 29 presidenti del Consiglio. Il primo è stato Alcide De Gasperi, l’ultimo è Giuseppe Conte.

*fonti: Governo italiano (sito ufficiale)