Donna Moderna
FocusJunior.it > News > Terremoto | Tifiamo tutti per Pietro, il micione salvato dalle macerie!

Terremoto | Tifiamo tutti per Pietro, il micione salvato dalle macerie!

Stampa

A 16 giorni dal terribile terremoto che ha devastato Umbria e Lazio, da sotto le macerie la vita chiama ancora. Leggi l'incredibile storia di Pietro il micione.

La vita è una cosa davvero fantastica: a 16 giorni dal terremoto che ha devastato l'Italia centrale, sotto le macerie delle case crollate di Amatrice i vigili del fuoco hanno salvato Pietro, un micione rimasto sepolto ferito, senza cibo e senza acqua tranne, forse, qualche goccia della pioggia caduta nei giorni scorsi.

 

La storia è quasi incredibile. A tanti giorni dal sisma anche i padroni di Pietro si erano rassegnati e lo credevano morto. Invece, mentre erano nei pressi delle macerie della casa per raccogliere alcune cose hanno sentito dei miagolii.

enpa onlus

Il micione Pietro, prima ancora dei proprietari, aveva sentito la presenza dei padroni e li stava chiamando! I pompieri si sono messi al lavoro per salvarlo e sono riusciti a estrarlo dai detriti.

 

«Purtroppo le condizioni di Pietro sono critiche» dicono i responsabili della Onlus Enpa che lo hanno portato a Rieti in clinica, «ma veterinari e volontari stanno facendo l'impossibile per aiutare Pietro».

 

E allora, cari focusini, tifiamo tutti per Pietro ricordando anche i suoi più fortunati compagni di sventura. Come per esempio Gioia, la gatta salvata dai vigili del fuoco sei giorni dopo la prima scossa di terremoto. Oppure l'intera cucciolata di mici estratti vivi dalle macerie a Pescara del Tronto negli stessi giorni.

 

GUARDA IL VIDEO DEL SALVATAGGIO DI PIETRO
DAL SITO DEL CORRIERE DELLA SERA