Categories: News

Pesci robot che divorano la microplastica!

Dei piccoli pesci robot, sono stati progettati dagli scienziati per “mangiare” la plastica dagli oceani. Nonostante le loro piccole dimensioni, misurano solo 1,3 centimetri di lunghezza, sono velocissimi!

Possono percorrere fino a 10 centimetri in meno di 4 secondi. Una velocità simile a quella con cui il plancton si sposta nell’acqua in movimento, e ripulire il mare dalla microplastica che galleggia o che si trova nei fondali.

Che cosa sono le microplastiche?

Sono miliardi di minuscole particelle di plastica che si frammentano dagli oggetti di plastica più grandi usati comunemente ogni giorno come per esempio le bottiglie d’acqua, gli pneumatici per auto e l’abbigliamento sintetico. Purtroppo la microplastica è uno dei maggiori problemi ambientali del nostro secolo perché una volta dispersa nell’ambiente, è molto difficile da eliminare. È talmente piccola che penetra ovunque: nell’acqua potabile, nei prodotti alimentari e nel cibo, danneggiando l’ambiente, gli animali e la salute umana.
Pensa, gli scienziati, in una rilevazione del 2020, hanno trovato fino a 1,9 milioni di pezzi di microplastica in un’area di appena un metro quadrato di fondale nel Mar Tirreno.

Come arrivano le microplastiche nei mari?

Un recente studio rivela che le microplastiche vengono trasportate e scaricate sul fondo dell’oceano dalle correnti marine profonde.

Cosa sono le correnti oceaniche?

  • L’acqua negli oceani si muove costantemente secondo schemi chiamati correnti. Alcune correnti scorrono rapidamente, mentre altre si muovono molto lentamente.
  • Le correnti oceaniche aiutano anche a spostare tutto ciò che galleggia nell’acqua come le imbarcazioni o le creature marine e, purtroppo, possono spostare anche essere spazzatura e la plastica.

Il progetto dei pesci robot

«È di grande importanza sviluppare un robot per raccogliere e campionare accuratamente le microplastiche dannose per l’ambiente acquatico», ha affermato Yuyan Wang, ricercatore presso il Polymer Research Institute dell’Università di Sichuan, in Cina, e uno degli autori principali dello studio. La nuova invenzione del suo team è descritta in un documento di ricerca sulla rivista Nano Letters. Questi piccoli pesci robot che “mangiano” le microplastiche che incontrano nell’acqua sono una soluzione innovativa. Il minuscolo pesce robot riesce ad attaccarsi alle microplastiche che galleggiano nell’acqua e autoripararsi se si dovesse danneggiare durante la sua “spedizione”.

Come sono fatti questi pesci robot?

I pesci robot robot sono costruiti con un materiale molto resistente simile alla madreperla che si trova all’interno delle delle conchiglie. Secondo gli scienziati questo li ha resi più elastici, flessibili e sono in grado persino di recuperare fino a 5 kg di peso. Ancora più importante, il pesce robot può assorbire frammenti di microplastica che fluttuano nelle vicinanze perché i coloranti, gli antibiotici e i metalli pesanti che le compongono vengono attratti dai materiali con cui è realizzato il pesce bionico.

Certo, questo è solo l’inizio della sperimentazione, Yuyan Wang afferma che è necessario più lavoro per vedere dei risultati tangibili.

This post was last modified on 12 luglio 2022 19:27

Share
Published by
Stella Tortora

Recent Posts

Che cos’è la febbre?

Che cos'é la febbre e perché viene proprio a noi? Se sono caldo dopo aver…

28 novembre 2022

Viaggio nel corpo umano: le lacrime

In questo articolo faremo un viaggio nel corpo umano con la lente di ingrandimento, scoprendo…

27 novembre 2022

Pigiama party: 10 idee per una festa originale

L’inverno sta arrivando a grandi passi e le occasioni per uscire e vederti con gli…

26 novembre 2022

Viaggio nel corpo umano: perché sbattiamo le palpebre?

Cosa sono le palpebre? E soprattutto a cosa servono? Quante volte le sbattiamo nella vita?…

26 novembre 2022

I Calendari dell’Avvento più creativi da fare in famiglia

Vuoi qualche idea per realizzare un Calendario dell'Avvento particolare? Eccone 6 che daranno libero sfogo…

25 novembre 2022

Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza sulle donne: perché si celebra il 25 novembre?

Il rispetto per la donna e per la vita in generale deve essere un principio…

25 novembre 2022
Loading