Donna Moderna
FocusJunior.it > News > Pescato astice con il marchio Pepsi sulla chela

Pescato astice con il marchio Pepsi sulla chela

Stampa
Pescato astice con il marchio Pepsi sulla chela
Pixabay

È accaduto in Canada, dove una pescatrice ha riconosciuto il logo della famosa azienda impresso sulla chela di un crostaceo appena pescato. Il curioso caso rappresenta un ulteriore allarme sulla situazione dei nostri mari

La pescatrice Karissa Lindstrand è una grande bevitrice di cola, quindi si può benissimo immaginare lo stupore quando, osservando uno degli astici che aveva appena pescato al largo dell'isola Grand Manan (New Brunswick, Canada), si è accorta che su una delle due chele campeggiava il marchio della sua bevanda preferita.



"Ma quello è il marchio della Pepsi!"


Incredula, la pescatrice ha subito scattato una foto e in poche ore tutto il mondo è venuto a conoscenza dell'astice "targato" Pepsi.



 



«Sono abituata a bere quasi 12 lattine di Pepsi al giorno, quel marchio lo riconosco - ha affermato alla stampa canadese la Lindtsrand - Sembrava che la stampa si fosse impressa sulla chela. Avevo già visto chele deformate, è la prima che assisto ad una cosa del genere»



Twitter/Canadian Press


Ma come ha fatto il marchio di un'azienda a finire sulla chela di un crostaceo? 



Per ora si possono solo avanzare ipotesi: per qualcuno l'astice sarebbe cresciuto a contatto con una lattina, "tatuandosi" così il logo Pepsi addosso, mentre per altri sarebbe tutto da attribuire ad una stampa galleggiante che avrebbe avvolto la chela (ma l'oceano dovrebbe averla deteriorata nel tempo).





Sia come sia, il curioso ritrovamento lancia un ulteriore allarme sull'inquinamento dei nostri mari che, tra rifiuti di plastica e sostanze tossiche, sono sempre più in pericolo.