Focus.it

FocusJunior.it

FocusJunior.itNewsNews e curiositàRivoluzione calcio: che cosa sarà la Superlega?

Rivoluzione calcio: che cosa sarà la Superlega?

Stampa
Rivoluzione calcio: che cosa sarà la Superlega?
Superleague

Nella notte è stata annunciata la nascita di un nuovo torneo che comprenderà molti dei club più prestigiosi d'Europa: come sarà la formula? E come cambierà lo sport più amato in Italia?

Un terremoto ha sconvolto il mondo del calcio: nella notte tra il 18 e il 19 aprile quasi tutti i grandi club europei - Inter, Milan e Juve compresi - hanno annunciato la nascita della Superlega, un nuovo torneo internazionale dove le grandi del football continentale si sfideranno con nuove regole e, soprattutto, nuovi introiti economici. La notizia ha subito incontrato la dura opposizione della FIFA (l'associazione internazionale che governa il calcio mondiale), e della UEFA (che invece "amministra" i tornei europei), ma i club fondatori sembrano fermi sulle loro decisioni e pronti a dare battaglia.

Ma come cambierà ora lo sport più amato nel mondo? Come funzionerà questo nuovo torneo? Scopriamolo insieme.

PERCHÉ È NATA LA SUPERLEGA

La Superlega è un progetto di cui si parla già da qualche anno per riformare il calcio europeo e massimizzare i ricavi economici delle grandi squadre d'Europa. Come si legge nello stesso comunicato, la crisi scatenata dalla pandemia e i mancati ricavi dati da stadi chiusi e competizioni bloccata hanno solo accelerato il processo. I partecipanti a questo campionato d'élite infatti guadagneranno molto di più rispetto alle somme circolate negli ultimi anni nei tornei storici (es: la Champions League) e potranno sfidarsi in una competizione super-competitiva.

«Il nuovo torneo annuale - si legge nel comunicato congiunto - fornirà una crescita economica significativamente più elevata ed un supporto al calcio europeo tramite un impegno di lungo termine a versare dei contributi di solidarietà senza tetto massimo, che cresceranno in linea con i ricavi della lega.»

Dunque la principale motivazione appare quella economica per poter sopravvivere ad un mondo entrato in un cambiamento sempre più vorticoso. Se poi ne risentirà lo spirito dello sport e la bellezza del calcio e dei suoi valori potremo dirlo solo tra qualche anno...

SUPERLEGA: FORMULA E PARTECIPANTI

Il nuovo torneo - che ha già un sito ufficiale - è stato così annunciato dai 12 club fondatori:

  • AC Milan
  • Arsenal FC
  • Atlético de Madrid
  • Chelsea FC,
  • FC Barcelona
  • FC Internazionale Milano
  • Juventus FC
  • Liverpool F
  • Manchester City
  • Manchester United
  • Real Madrid CF
  • Tottenham Hotspur

A questi si aggiungeranno a breve altri tre club ritenuti "fondatori" e ogni anno verranno coinvolte altre cinque squadre selezionate in base ai meriti sportivi conseguiti nella stagione precedente. Insomma il meccanismo per allargare la partecipazione ad altri club sarà ad invito (quindi non ci si potrà qualificare automaticamente come avviene ora per tornei come la Champions o l'Europa League), il quale però dovrebbe basarsi su un criterio di merito sportivo.

Queste 20 squadre così ottenuto si sfideranno in un campionato europeo infrasettimanale - come le attuali coppe europee - che partirà ad agosto e sarà composto da due gironi da 10 squadre com partite in casa e in trasferta. 

Al termine delle partite si terranno dei play-off su modello dell'NBA americano: le prime tre classificate di entrambi i gironi accederanno direttamente ai quarti di finale, mentre le quarte e le quinte dei due gruppi si sfideranno tra di loro per i posti restanti. Dopo i quarti ovviamente si terranno semifinali e la finalissima che ogni anno si giocherà a maggio in uno stadio diverso (e neutrale).

I fondatori hanno tenuto a precisare che dopo l’avvio della competizione maschile, non appena possibile, verrà avviata anche la corrispettiva Lega femminile.

E LA SERIE A? COSA FARANNO GLI ALTRI CLUB?

Stando al comunicato, che al momento appare come l'unica nota ufficiale del neonato torneo, i club partecipanti confermano la propria partecipazione alle competizioni nazionali (Serie A, Premier League, Liga ecc..), dunque si potrebbe pensare ad una Superlega giocata in mezzo agli impegni nazionali, come già avviene attualmente con le partite UEFA. Le leghe nazionali e le organizzazioni internazionali del mondo del calcio però sono già insorte.

La UEFA infatti non ne vuole sapere e ha minacciato di squalificare dalla Champions League ed alle altre competizioni, ad oggi il torneo calcistico più prestigioso del mondo, coloro che parteciperanno alla Superlega e anche la FIGC, Federazione Italiana Giuoco Calcio, medita sul da farsi, visto che alcuni club nostrani hanno già chiesto di escludere dal campionato Inter, Milan e Juve.

Si arriverà ad un braccio di ferro? Oppure le parti riusciranno a mediare? Ciò che è certo e che dall'aprile 2021 il calcio è cambiato per sempre.

CATEGORY: 1