News e curiosità

I Neanderthal non erano così diversi da noi

Un nuovo studio ha rivelato che l’uomo di Neanderthal (Homo neanderthalensis), l’antico antenato dell’uomo moderno, organizzava i propri spazi abitativi un po’ come facciamo noi oggi. Fino a poco tempo fa, gli esperti consideravano il comportamento dei Neanderthal meno complesso rispetto a quello dell’Homo sapiens. Negli ultimi decenni, però, un numero crescente di prove ha messo in discussione questa opinione. Ricerche e studi indicano che alcuni aspetti del comportamento dei Neanderthal erano paragonabili per complessità a quelli dell’Homo sapiens preistorico.

I Neanderthal erano “evoluti”

Gli autori dello studio, pubblicato sul Journal of Archaeological Method and Theory, guidati da Amélie Vallerand del Dipartimento di Antropologia dell’Università di Montreal assieme a Julien Riel-Salvatore (stessa università) e Fabio Negrino dell’Università di Genova, hanno trovato sorprendenti similitudini tra il modo in cui i Neanderthal e gli Homo sapiens utilizzavano lo spazio nelle loro abitazioni.

Convivenza pacifica

L’uomo di Neanderthal ha vissuto in Eurasia fino alla sua scomparsa, avvenuta circa 40.

000 anni fa. Gli archeologi affermano che i Sapiens e i Neanderthal avrebbero convissuto in Europa per almeno 1400 anni durante il Paleolitico superiore, permettendo loro di influenzarsi a vicenda oltre che riprodursi.

La scoperta rivoluzionaria

Il team ha analizzato i manufatti e le caratteristiche del sito italiano di Riparo Bombrini, in Liguria, un rifugio che conserva ancora le prove degli insediamenti sia dei Neanderthal e, successivamente, dell’Homo sapiens. L’analisi ha rivelato modelli di vita comuni tra le due popolazioni.

I ricercatori hanno mappato la distribuzione di utensili in pietra, ossa di animali, ocra e conchiglie marine all’interno del sito. Ciò ha permesso di identificare gruppi di manufatti e materiali che hanno contribuito a far luce sui comportamenti dei due gruppi che hanno vissuto al suo interno. Gli scienziati hanno scoperto che entrambi, Neanderthal e Homo sapiens, organizzavano i loro spazi abitativi in modo molto simile, tenendo conto di quanto tempo prevedevano di rimanere in quel luogo e di quante persone c’erano con loro.

Avevano zone designate per cucinare, riposare e persino per i rifiuti.

Questo studio ci dimostra quanto sia affascinante il mondo dell’archeologia e come ogni nuova scoperta possa trasformare ciò che sappiamo sul nostro passato. I Neanderthal, lontani dall’essere i semplici primitivi che la storia ha a lungo dipinto, erano in realtà creature ingegnose e capaci, non molto diverse da noi.

This post was last modified on 16 aprile 2024 18:47

Share

Recent Posts

10 cose che (forse) non sapete sui fulmini

Lo sapevate che esistono fulmini "sferici"? E qual è la probabilità di venire folgorati durante…

25 maggio 2024

Perché i fiori profumano?

Il profumo dei fiori è uno dei più bei regali della natura. Ma tu sai…

25 maggio 2024

Chi erano Falcone e Borsellino?

Sono stati uccisi ma nessuno ha più dimenticato la missione speciale di Paolo Borsellino e…

25 maggio 2024

Diventa anche tu un campione di salute a Forum Palermo!

Unisciti a Focus Junior per un weekend di divertimento e scopri come diventare un Campione…

25 maggio 2024

Buon “Towel day”, la giornata dell’asciugamano

Il Towel Day si celebra ogni anno il 25 maggio come omaggio a Douglas Adams,…

25 maggio 2024

Spongebob: dove vivono (davvero) i personaggi e altre fantastiche curiosità

Le avventure di Spongebob e dei suoi amici sono ambientate nella cittadina immaginaria di Bikini…

25 maggio 2024
Loading