Focus.it

FocusJunior.it

FocusJunior.itNewsNews e curiositàCuriositàCos’è il Kraken, il mostro marino più spaventoso di tutti i tempi

Cos’è il Kraken, il mostro marino più spaventoso di tutti i tempi

Stampa
Cos’è il Kraken, il mostro marino più spaventoso di tutti i tempi
Shutterstock

Calamaro gigante, mito, o realtà? Il Kraken affolla testi scientifici, romanzi, fumetti e film: scopri tutto quello che c'è da sapere sul mostro marino più famoso e spaventoso di sempre!

Se sei appassionato di leggende e miti, questa storia fa per te: hai mai sentito parlare del Kraken, il mostro marino che terrorizzava le navi di tutto il mondo? Se non ne sai niente, continua a leggere per scoprire se esiste davvero!

Kraken: tentacoli e terrore in mare

La leggenda narra che i primi avvistamenti siano avvenuti nel corso del diciottesimo secolo. O meglio, è da allora che la leggenda di un mostro marino chiamato Kraken si è diffusa tra i pescatori norvegesi. Anche se l’origine del suo nome non è certa (pare derivi da “krake”, una parola che in dialetto norvegese potrebbe indicare un albero bitorzoluto, con tanti rami storti), quello che sappiamo è che il Kraken terrorizzava chiunque navigasse.

Tra i primi a testimoniare della sua esistenza ci furono Francesco Negri, esploratore e scrittore italiano, che lo citava nel suo Viaggio Settentrionale (in Scandinavia) del 1663, ma soprattutto il vescovo e naturalista Pontoppidan, che descrive dettagliatamente il Kraken come “il più grande e il più impressionante animale del Creato e senz'alcun dubbio il mostro marino più grande del mondo". Quest’immagine mitica, però, potrebbe essere reale: avete mai visto un calamaro gigante?

Com’è fatto un Kraken

Il Kraken è quindi una bestia marina spaventosa e gigantesca: si dice che avesse (o abbia? Chissà) ben dieci tentacoli e che potesse (possa…) misurare ben 18 metri di lunghezza, di cui 5-6 di corpo e il resto di lunghi tentacoli. Proprio questi erano (sono) capaci di avvinghiarsi alle navi in mare aperto, facendole così affondare. Ma l’animale, data la sua enorme stazza, potrebbe tranquillamente creare un maremoto o un vortice, portando negli abissi qualsiasi oggetto o persona capiti malauguratamente nei suoi paraggi.

Il mito del Kraken

Come abbiamo detto, la leggenda del Kraken nasce nel XVIII secolo, anche se già in passato i mostri marini affollavano la letteratura e i passaparola. La sua zona di preferenza sarebbero le acque al largo della Norvegia, per questo il suo nome deriverebbe appunto dal norvegese antico. Dopo la descrizione molto dettagliata apparsa in La storia naturale della Norvegia (1752) di Pontoppidan, il Kraken torna continuamente a popolare i testi, anche quelli scientifici, come per esempio l’enciclopedia Histoire Naturelle Générale et Particulière des Mollusques (Storia naturale generica e specifica dei molluschi) del 1802.

Mostri marini nei libri, nei fumetti e in tv

Grazie a queste testimonianze e a questi importanti scritti, il Kraken diventa un mito vero e proprio che inizia a popolare tantissime storie. Comincia infatti ad apparire anche nei romanzi, impersonando ovviamente un mostro marino di dimensioni gigantesche che affonda qualsiasi imbarcazione. Queste bestie immonde e spaventose fanno capolino in opere come Ventimila leghe sotto i mari di Jules Verne, in Moby Dick di Herman Melville o ancora ne I lavoratori del mare di Victor Hugo. Fino ad approdare, addirittura, ne La compagnia dell’Anello di Tolkien, dove il Kraken prende il nome di Osservatore nell’acqua.

E se sei appassionato di mostri marini e fumetti, non puoi perderti la serie Marvel Namor, dove il Comandante Kraken (giustappunto!) si fa aiutare proprio da questo animale mostruoso.

Infine, come non citare la saga dei Pirati dei Caraibi, dove il Kraken è impersonato da un pericoloso calamaro gigante comandato da Davy Jones.

Sono moltissime, in realtà, le opere in cui si può leggere e scoprire del Kraken, il mostro marino più spaventoso di tutti i tempi. Sicuri che sia solo un calamaro gigante?!

CATEGORY: 1