Focus.it

FocusJunior.it

FocusJunior.itNewsNews e curiositàCioccolato: gli scienziati hanno scoperto la forma perfetta

Cioccolato: gli scienziati hanno scoperto la forma perfetta

Stampa
Cioccolato: gli scienziati hanno scoperto la forma perfetta
Corentin Coulais - Istituto di Fisica, Università di Amsterdam

Halloween si avvicina e tra un dolcetto e uno scherzetto il cioccolato sarà tra i dolciumi più apprezzati. Ma attenzione… secondo gli scienziati è la forma quella che rende il cioccolato più gustoso

Non solo il tipo di cioccolato è importante, ma anche la forma conta per renderlo più gustoso. I ricercatori dell'Università di Amsterdam hanno testato diverse forme fino a ottenere un pezzo di cioccolato perfetto.

Le domande di partenza

Gli scienziati prima di mettersi al lavoro si sono posti diversi interrogativi sul perché il cioccolato sia così amato. Forse per la sua dolcezza? Beh, esiste anche quello amaro. Forse per il modo in cui si scioglie nella bocca? O forse per il “rumore” che produce quando lo sgranocchiamo? Sicuramente per tutti questi motivi, ma soprattutto per uno in particolare.

Il cioccolato è una vera “delizia”

Stabilito che sono valide tutte le ipotesi elencate, lo studio si è concentrato soprattutto su come il cioccolato si spezza quando viene morso.

«Un aspetto che mi piace particolarmente è la sua fragilità e il rumore che produce quando si rompe», afferma  Corentin Coulais che insegna fisica all'Università di Amsterdam, e tra gli autori dello studio. Così per esaltare quella piacevole sensazione che si prova  quando è nella bocca «abbiamo cercato la forma geometrica perfetta», continua il ricercatore.

La geometria del cioccolato

Per creare la forma ideale è stata utilizzata una stampante 3D che ha “lavorato” diversi strati di cioccolato fondente al 72%. Ecco allora che sono uscite le forme più fantasiose da quella a S, a quella di strisce di cioccolato disposte a zig zag fino alla creazione di spirali molto complesse.

Il test su volontari golosoni

Alla maggior parte delle persone piace l'esperienza dello sgranocchiare il cibo in bocca: più “scricchiola”, meglio è. Quindi i pezzi ottenuti sono stati fatti assaggiare a 10 volontari golosi. Così dopo aver addentato il pezzo di cioccolato, è iniziato il test con domande del tipo "Quanto è croccante?" "Quanto è stato facile masticarlo?" "Come valuti l'esperienza complessiva?". Una volta che sono stati raccolti tutti i dati è stata proclamata la forma vincente.

cioccolato

And the winner is…

La spirale! Proprio così, per gli assaggiatori la forma preferita è stata quella del cioccolato avvolto in spirali molto complesse. Il motivo? «La croccantezza perché il rumore prodotto durante la masticazione è stata la caratteristica più apprezzata» ha affermato Coulais.

cioccolato

L’esperimento sul cioccolato è un pretesto

Tuttavia, la spirale, anche se ha superato il test, non è in assoluto la forma migliore. Ha superato il test perché aveva pochi rivali. «Sono sicuro che potrebbero esserci delle forme migliori se cercassi di più», ha continuato Coulais. E non è nemmeno necessario crearle con una stampante 3D. Abbiamo usato questo metodo perché è il più rapido e il più pratico per provare rapidamente più opzioni.

Sviluppi in altri metamateriali

Ovviamente, la ricerca sul cioccolato è stato solo un pretesto per esaminare qual è il fenomeno fisico che sta alla base della rottura di alcuni materiali come quelli usati nella costruzione dei veicoli.

«Questo non è ancora stato studiato molto e capire il punto di fragilità di un materiale può essere utile per esempio per migliorare un casco da bicicletta, un giubbotto antiproiettile, alcune parti strutturali di un aeroplano.... Insomma, se so che c'è qualcosa che si rompe se cade o impatta contro altro, la frattura è inevitabile, ma potrei controllarla ed essere in grado con i nuovi materiali, per esempio, di assorbire il più possibile un impatto o l'energia durante il colpo", conclude Corentin Coulais.

ULTIME NEWS
CATEGORY: 1